Su Instagram c’è un inaspettato like del Papa sotto il profilo di una modella

0
238

La settimana scorsa è comparso un cuoricino da parte del Papa sotto il profilo di una modella, poi scomparso improvvisamente. Il Vaticano vuole vederci chiaro.

Natalia Garibotto - Papa Francesco
Natalia Garibotto – Papa Francesco Photo by Time Magazine

Tutto risale ad una settimana fa, riguardo ad una foto pubblicata dalla modella Natalia Garibotto, una modella brasiliana. Inaspettatamente, viene riscontrato un like dal profilo Instagram di Papa Francesco.

Una vicenda particolarmente buffa, considerati i meme creati negli anni per sottolineare la simpatia del pontefice. In realtà, pare sia stato un errore commesso dal social media manager che gestisce l’account. Proprio su questo indaga il Vaticano.

POTREBBE INTERESSARTI –> Xpeng prima auto al mondo con tecnologia LiDAR

La verità sul like del Papa

Instagram
Instagram Foto di Gerd Altmann da Pixabay

La foto in questione ritrae la modella con un abitino da scolaretta con calze bianche e lato B scoperto. La Garibotto ha anche approfittato della singolarità del fatto per fare una battuta tramite il profilo Twitter: «Almeno andrò in Paradiso!». Ovviamente, nessuno ha mai creduto potesse essere stato il Papa in persona a mettere quel like.

La prima ipotesi riguarda una svista del social media manager, il quale potrebbe inavvertitamente aver dimenticato di fare lo switch. Sta di fatto che è stata aperta un’indagine interna, visto che il Vaticano ha confermato che il profilo Instagram del Papa viene interamente gestito da un team.

Un’altra ipotesi, molto meno probabile, riguarda l’intrusione di un hacker che, probabilmente, voleva far sapere di essere stato da quelle parti.

Considerando che il profilo Instagram del Papa è attivo dal 2016, seguito da 7,5 milioni di follower, ma nessun profilo seguito da lui, conferma il fatto che lui non ha nulla a che vedere con questa storia. La scelta di approdare sui profili social nacque, chiaramente, dal fatto che il pontefice cercava nuove strade per poter avvicinare i fedeli. In effetti, l’esperimento ha avuto buon esito.

POTREBBE INTERESSARTI –> UE, pronte nuove normative per Apple ed altri colossi: i dettagli

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here