Volkswagen presenta il robot per la ricarica autonoma dei veicoli elettrici

0
288

La Volkswagen ha presentato il robot che è in grado di ricaricare autonomamente i veicoli elettrici. Un passo importante verso la diffusione dell’infrastruttura

robot (volkswagen)

Il gruppo Volkswagen ha presentato un’altra novità negli ultimi giorni. Si tratta di prototipi di robot mobili per la ricarica di auto elettriche con cui l’azienda tedesca spera di contribuire all’espansione dell’infrastruttura negli anni a venire.

L’automa rifornirà i veicoli in modo autonomo in spazi ristretti come parcheggi sotterranei. Thomas Schmall, CEO di Volkswagen Group Components, ha spiegato: “Il nostro robot è uno dei più visionari approcci per la diffusione dell’infrastruttura di ricarica per veicoli elettrici”.

Volkswagen, come funziona il robot per la ricarica autonoma

Come già accennato, il robot lavora in piena autonomia, e per avviarlo basta utilizzare un’app o il protocollo Car-to-X. Si dirige verso il veicolo da caricare in maniera indipendente e comunica con esso. Apre lo sportello, connette la spina per la ricarica e provvede al disaccoppiamento. L’automobilista non dovrà fare assolutamente nulla. Per occuparsi di più veicoli contemporaneamente, il robot sposta un accumulatore mobile verso i mezzi e lo utilizza per caricarne le batterie.

LEGGI ANCHE—> Una ricerca ha rilevato i maggiori fattori di rischio mortalità da Covid-19

Al momento si lavora su una gamma di prodotti completa per la ricarica in corrente continua. La stazione flessibile dovrebbe essere immessa sul mercato a partire dall’inizio del 2021. La diffusione della comunicazione Car-to-X è uno dei requisiti per agevolare il processo autonomo di ricarica.

LEGGI ANCHE—> Samsung e i ‘pochi’ smartphone venduti nel 2020: mai così male dal 2011

“Creare una infrastruttura di ricarica efficiente per il futuro è di fondamentale importanza, è una sfida per tutta l’industria. Stiamo cercando soluzioni per aiutare ad evitare singoli interventi costosi. Il robot e la nostra stazione flessibile di ricarica rapida – spiega Schmall -ne sono solo due esempi”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here