L’incredibile lancio di Lucy, in volo verso Giove e i suoi asteroidi – VIDEO

0
259

Una nuova, incredibile sonda spaziale è stata recentemente lanciata in direzione del colosso Giove. Il suo compito sarà condividere con noi terrestri informazioni fondamentali sulle origini del sistema solare.

La sonda Lucy
La sonda Lucy della NASA

Due giorni fa, il 16 ottobre 2021 – precisamente alle ore 11:34 locali, 5:34 italiane, è partita in direzione di Giove la sonda Lucy. Ad assistere al lancio dell’incredibile oggetto spaziale, tra gli addetti ai lavori del Southwest Research Institute (SwRI) anche l’italiano Simone Marchi. Dalla Florida a Giove, per studiare gli asteroidi del colosso e dirci di più sulla formazione del sistema Solare.

POTREBBE INTERESSARTI –> La NASA stringe accordo con l’Australia per l’auto lunare che sbarcherà nel 2026

Quanto è costata la sonda e per quanto durerà la sua missione?

981 i milioni necessari per progettare, costruire e lanciare, ma anche accompagnare, la missione che ha come protagonista Lucy. Una sonda spaziale che riprende il nome reso celebre dalla prima antenata fossile del genere umano. Il suo compito sarà di fondamentale importanza e, come se non bastasse, studierà una famiglia di asteroidi quasi del tutto sconosciuta ai nostri scienziati.

12 gli anni nei quali la sonda spaziale fluttuerà nel nostro sistema solare. Altro, grande protagonista dell’operazione, il razzo Atlas V, che sorregge Lucy verso il gigante gassoso del nostro sistema Solare. Nello specifico la sonda visiterà un asteroide posizionato tra Marte e Giove, appartenente alla fascia principale. Oltre a questo, saranno altri sette i corpi celesti “troiani” che Lucy andrà a scassinare, tutti vicini a Giove: Eurybates, Polymele, Leucus, Orus, Patroclus, Menoetius e Donaldjohanson.

POTREBBE INTERESSARTI –> NASA ed ESA esploreranno insieme Europa, la luna di Giove dove c’è acqua

Un po’ di Italia su Giove: chi è Simone Marchi

Simone Marchi, astrofisico originario di Lucca
Simone Marchi, astrofisico originario di Lucca

Come anticipato, tra gli attori protagonisti dell’ambiziosa missione, c’è anche un po’ di Italia. Simone Marchi, astrofisico originario di Lucca con laurea e dottorato conseguiti a Pisa, è ad oggi ricercatore dello Space Science and Engineering Division del Southwest Research Institute di Boulder, in Colorado. Oltre al ruolo ricoperto attualmente, è stato deputy project scientist e produttore e ideatore del logo della missione di Lucy. Una figura poliedrica di cui noi, come nazione, andiamo estremamente orgogliosi e a cui facciamo i nostri più sinceri auguri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here