Tesla possiede 2 Miliardi di Dollari in Bitcoin: quale sarà la prossima mossa che influenzerà il mercato?

0
450

Tesla è la seconda società la mondo per numero di criptovalute possedute, un Record. Il totale degli investimenti delle prime venti aziende ammonta a 8,7 miliardi di euro. Ma questi due miliardi di Bitcoin, come verranno utilizzati da Musk?

Tesla e Bitcoin: come verranno utilizzati? – Computermagazine.it

Tesla ha dichiarato alla stampa  che, alla fine del 2021, possedeva la bellezza di quasi 2 miliardi di dollari in bitcoin (circa 1,8 miliardi di euro). Un record, ma ormai Elon Musk ci è abituato. La comunicazione è stata data direttamente dalla Sec, l’ente federale di vigilanza della borsa statunitense, che ha appreso la notizia. 1,5 miliardi sono stati acquistati nel corso del 2021, rendendo quella Tesla la seconda azienda più ricca dal punto di vista delle criptovalute. Il primato è stato conquistato, e resta tutt’ora, da Microstrategy, società di analisi dati con alla guida Michael Saylor, che non ha mai nascosto la sua passio per le  valute digitali, che possiede al momento oltre 125mila bitcoin (in confronto ai 43mila di Musk, che per la prima volta è il “povero” della situazione), l’equivalente in euro di 4,7 miliardi. Per Tesla la cifra è associabile circa al 10% della liquidità, incluso il contante e tutti i titoli negoziabili di cui è in possesso. L’azienda delle auto elettriche più famosa al mondo, aveva iniziato ad accettare pagamenti in bitcoin già un paio d’anni fa, ma lo scorso maggio ha deciso di sospendere questa opzione perchè danneggiavano fortemente l’ambiente, e Musk tramite un tweet aveva chiuso ogni rapporto con la valuta digitale.  Con le cripto-transazioni erano stati comunque guadagnati in quel periodo quasi 24 milioni di euro. Sempre ovviamente sotto forma di bitcoin.

Due miliardi da utilizzare – Computermagazine.it

Alle spalle di queste due aziende che si sposano sul podio, con un distacco palese,  il patrimonio più significativo in criptovalute lo detengono Marathon Digital Holdings (8.133 bitcoin), al terzo posto, Square Inc. (8.027), Capanna 8 Mining Corp. (5.242), Bitfarms Limited (4.600) e Coinbase (4.487). Prese sia singolarmente che in comune, possiamo notare che, a differenza di Tesla (e quindi per questo i suoi 2 miliardi fanno scalpore) queste aziende si occupano esclusivamente di monete digitali. Nickel Digital Asset Management ha pubblicato in un report il totale degli investimenti, che ammonterebbe alla somma di  8,7 miliardi di euro, il valore in bitcoin acquistato da venti società pubbliche che hanno una capitalizzazione di mercato superiore ai mille miliardi di dollari. Al momento, il record più alto mai registrato per il bitcoin è stato prossimo ai 69mila dollari, ma sono finora state frequenti le ricadute del suo valore. Ma cosa farà Tesla? per ora, assolutamente nient,e perché il valore non è “intascabile”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here