Non vuoi parlare al telefono? Bixby lo fa per te e sembrerai davvero tu: ecco com’è possibile

0
277

Questo assistente vocale potrebbe parlare al posto nostro durante una conversazione, ed ora è stato addirittura migliorato. In che modo?

Gli assistenti vocali come Siri o Alexa, ma neanche Cortana di Microsoft potrebbe essere da meno probabilmente, dedicano la loro “esistenza” agli utenti di tutto il mondo. Coloro che prendono la briga di acquistare questi tipi di dispositivi elettronici, come potreste immaginare, andrebbero incontro sicuramente a delle ottime possibilità di utilizzo che non andrebbero trascurate per nessun motivo al mondo.

bixby
L’update ci interessa? – Computermagazine.it

Ma oltre a loro esiste anche Bixby, l’assistente vocale di Samsung che è in grado di rispondere alle chiamate al posto di un utente. Il nuovo aggiornamento, attualmente, riguarda solo la lingua coreana, inoltre è disponibile soltanto sui telefoni con l’interfaccia One UI 5.0 o superiore, sebbene potrebbero esserci limiti su modelli specifici non indicati. Ma è certo che funzioni perfettamente pure su Galaxy S23, S23+ e S23 Ultra.

Voce clonata in risposta alle chiamate?

In ogni caso, la feature fa uso di una un’applicazione parallela chiamata Bixby Custom Voice Creator che, come il nome fa intendere, può essere sfruttata dall’utente per registrare alcune frasi con la propria voce in modo che Bixby possa analizzarla e creare un clone. Così facendo la persona che controlla lo smartphone, utilizzando Bixby Text Call, può far rispondere l’assistente vocale a una chiamata telefonica scrivendo un testo che sarà letto dalla voce clonata.

bixby 1
Bixby è un assistente vocale – Computermagazine.it

Questa possibilità, però, è una capacità presente anche nei cellulari di Google, ossia i Pixel. Prende il nome di “Filtra chiamata“, tuttavia resta il fatto che il software non sia in possesso della capacità di rispondere con la voce del proprietario dello smartphone. E Bixby, per quanto possa essere molto utile, non può essere utilizzata da tutti quanti visto e considerato che sia limitato soltanto a chi conosce la lingua coreana.

L’azienda progetta, almeno in futuro, di usare la voce clonata creata con Bixby Custom Voice Creator anche su altre app di Samsung, e non soltanto per le chiamate. Disporre di una voce clonata consentirebbe di avere un controllo diretto delle sue parole, dato che sono quelle selezionate dall’elenco rapido o digitate dall’utente. Si tratta di una idea molto vasta e che prenderebbe un sacco di tempo per poterla realizzare, tuttavia ciò non toglie che sia d’aiuto per tanti di noi.