Covid19: app che riconosce gli asintomatici da un colpo di tosse

0
129

La ricerca che potrebbe portarci verso l’epilogo del capitolo Covid19, grazie ad un’intelligenza artificiale che riuscirebbe a rilevare un malato di SARS-CoV2.

Covid19
Covid19 Foto di Tumisu da Pixabay

Una ricerca che sta progredendo a vista d’occhio. Opera di alcuni ricercatori del Mit che hanno condotto un esperimento di grande utilità in questo momento. L’idea è stata quella di realizzare un’intelligenza artificiale che potesse riconoscere le varie tipologie di colpi di tosse.

Nella configurazione dell’IA sono stati inseriti dati relativi alle caratteristiche dei colpi di tosse volontari, di un asintomatico e di un sintomatico Covid19. La macchina, a differenza dell’orecchio umano, può riconoscere le frequenze che evidenziano le differenze tra le tre tipologie.

POTREBBE INTERESSARTI –> Whatsapp, raggiunti numeri incredibili: quanti sono i messaggi giornalieri

I primi risultati dell’esperimento

App asintomatici
App asintomatici Foto di Gerd Altmann da Pixabay

200.000 campioni di colpi di tosse.  Circa 70.000 volontari (di cui si conoscevano le patologie) hanno registrato la loro tosse. Tutto è avvenuto tramite i microfoni di smartphone e PC, e poi caricati su un sito web apposito. Il sistema preposto allo studio ha ascoltato ed inserito le registrazioni nel proprio database. Ad ogni registrazione è stata attribuita una condizione clinica diversa.

In questo modo, l’intelligenza artificiale ha incamerato tutti i dati. Dei totali 200.000, 2.500 erano di persone affette da Covid19, ma asintomatiche. Altre 2.500 prese a caso per bilanciare i dati. A questo punto, è iniziata la fase di addestramento.

Al termine della configurazione, il sistema è stato in grado di individuare il 98,5% di persone malate di Covid19, ed il 100% di persone asintomatiche. Gli elementi identificativi al momento dell’ascolto erano: la forza delle corde vocali, la prestazione respiratoria e l’indebolimento muscolare.

L’unica difficoltà per l’IA potrebbe essere quella di riscontrare tra gli elementi identificativi delle differenze soggettive. Potrebbe verificarsi che una tosse da asma venga riconosciuta come una tosse da Covid19. Dobbiamo augurarci che l’avanzare dell’esperimento porti verso maggiori progressi così da rendere l’app disponibile al più presto.

POTREBBE INTERESSARTI –> Emotet, nuovamente attivo il malware che prosciuga il conto bancario

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here