Huawei HiCar: il colosso cinese sfida Android Auto e Apple CarPlay

0
70
Huawei HiCar

Huawei è pronta a lanciare sul mercato una propria applicazione pensata esclusivamente per le auto. Dopo Echo Auto di Amazon, si prospetta all’orizzonte un nuovo concorrente per Android Auto e Apple CarPlay, al momento le due applicazioni più utilizzate sulle quattro ruote. L’applicazione sviluppata dai cinesi, come riportato da Tecnologia.net, si chiamerà HiCar, e oltre a fornire le classiche mappe per raggiungere la destinazione desiderata, promette di offrire all’automobilista una guida smart a 360 gradi soprattutto sulle auto elettriche, ottimizzando la carica di queste ultime. HiCar di Huawei è uno smart screen che funziona basandosi sul sistema operativo HarmonyOS 2.0, e l’obiettivo è quello di equipaggiare almeno 5 milioni di vetture a partire dall’anno che verrà, il 2021. Tramite HiCar si potrà fare la sincronizzazione di tutte le app già disponibili sullo smartphone collegato all’account Huawei, e Wang Jun, presidente di Huawei Smart Car Solutions BU, ha fatto sapere che il nuovo sistema auto sarà compatibile con almeno 150 modelli di 20 diverse case automobilistiche.

Fra le peculiarità di HiCar, il fatto che sarà un’applicazione intelligente, ovvero, in grado di apprendere dalle abitudini del guidatore, ad esempio il percorso più utilizzato, la temperatura interna dell’auto, la stazione radio scelta e via discorrendo, tutte quotidianità che HiCar imparerà a sfruttare a dovere, rendendo la vita del guidatore meno stressante. Attraverso la tecnologia ARHUD, Huawei sarà inoltre in grado trasformare il parabrezza in una sorta di maxi display da 70 pollici ad alta definizione, e attraverso un sistema audio surrond 7.1 permetterà di guardare i film, giocare ai videogiochi e tenere videoconferenze, ovviamente, non per il guidatore, e comunque, non durante la marcia. E per quanto riguarda la privacy, una delle note dolenti di Huawei? La stessa multinazionale cinese garantisce assoluta riservatezza dei dati sensibili degli utenti. L’idea dell’azienda sembra davvero interessante e ambiziosa, non ci resta che aspettare il suo lancio definitivo sul mercato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here