Crew Dragon ce l’ha fatta: lanciata in orbita la navicella di SpaceX

0
65

Crew Dragon è in orbita: contro ogni aspettativa e dopo il recente posticipo causa maltempo, è giunto il momento per la navicella di SpaceX di volare oltre la nostra atmosfera: questa notte è avvenuto ufficialmente il lancio.

Nonostante il Coronavirus COVID-19, nonostante il Elon Musk sia stato costretto proprio a causa di un sospetto contagio a seguire il lancio da lontano, è giunto il momento per la Crew Dragon di lanciarsi in orbita.

Stessa operazione di contenimento e prevenzione che la NASA ha riservato ai quattro componenti della navicella spaziale coinvolti nel lancio. Gli astronauti si sono sottoposti, giustamente, ad una severa e controllata quarantena, per ridurre a zero le possibilità di quello che potrebbe rivelarsi un disastroso contagio in orbita.

Crew Dragon
i quattro astronauti coinvolti nel lancio (Fonte: Twitter NASA)

Un momento importante per la storia dell’esplorazione spaziale statunitense poiché ci troviamo di fronte alla prima missione operativa della NASA dopo il lancio di prova avvenuto a maggio in cui furono protagonisti due cosmonauti. Insomma, un razzo Made in USA lanciato dal suolo statunitense che arriva dodici anni dopo lo storico lancio dello Space Shuttle.

I protagonisti dello storico lancio, oltre a SpaceX ed Elon Musk per ovvi motivi, tre americani della NASA: il comandante dell’equipaggio Michael Hopkins, Victor Glover ai comandi e la specialista Shannon Walker. Per finire, oltre agli americani, un astronauta della JAXA, l’Agenzia Spaziale Giapponese, Soichi Noguchi. Sei mesi la durata della missione, in cui i quattro rimarranno in orbita sulla Stazione Spaziale Internazionale ISS per effettuare diversi esperimenti scientifici.

Siamo di fronte alla testimonianza della potenza della scienza – ha scritto su Twitter il neo presidente degli Stati Uniti Joe Bidene di ciò che possiamo ottenere sfruttandola l’innovazione, determinazione ed ingegnosità. Mi unisco a tutti gli americani ed il popolo giapponese nell’augurare buona fortuna agli astronauti durante il loro viaggio“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here