App Store e Google Play: tombola! Cifre record per il 2020

0
555

Sarà perché l’emergenza sanitaria favorisce gli acquisti on line. O perché App Store e Google Play sono diventati autentici centri commerciali per gli utenti. I numeri parlano chiaro: è un 2020 da record.

App Store (Pixabay)
App Store (Pixabay)

Sensor Tower rivela un bilancio stra-positivo per i negozi virtuali, confermando tutti i trend che prospettavano un’età dell’oro già a novembre con oltre 100 miliardi di dollari spesi per gli acquisti App Store e Google Play.

App Store e Google Play: i giochi fruttano più delle app

Google Play (Pixabay)
Google Play (Pixabay)

Soltanto a Natale gli utenti hanno speso 407 milioni di dollari complessivi per la spesa su App Store e Google Play, con un aumento incredibile del 34,5% su base annua. Sotto gli occhi di tutti l’inequivocabile confronto con i numeri dello stesso periodo del 2019, quando la spesa era stata di 303 milioni di dollari, e l’aumento su base annua del 17,7%. Per avere un altro parametro di riferimento, si tratta del 4,5% della spesa totale di dicembre 2020.

LEGGI ANCHE >>> Nel documento firmato per la Brexit compare anche il software Netscape

Anche l’andamento dei mercati non fa altro che avvalorare idee già chiare: i giochi continuano a rendere più delle app, raddoppiando ulteriormente le cifre, più vicine a triplicarne la differenza. I giochi fruttano 295,6 milioni di dollari e sono riconducibili alla vendita anche dei relativi acquisti in-game (+27% su base annua), le app, dal canto loro producono invece 112 milioni di dollari.

LEGGI ANCHE >>> Questa app organizzava party illegali in barba al covid: è stata rimossa

Un po’ di storia. L’App Store è uno strumento realizzato da Apple disponibile per iPhone, iPod touch, iPad e Macintosh. Permette agli utenti di scaricare e acquistare applicazioni disponibili in iTunes Store. E’ stato aperto il 10 luglio 2008 tramite un aggiornamento software di iTunes. Google Play, opera su Android è più giovane di 4 anni rispetto al “fratello”: è stato lanciato il 6 marzo 2012, riunendo l’Android Market, Google Music e Google eBookstore sotto un unico marchio. Segnando  di fatto un cambiamento epocale nella strategia di distribuzione digitale di Google. Date diverse, stesso fine: autentici centri commerciali per chiunque, senza distinzione di età.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here