IPTV, dopo la retata occhio alle multe: si rischia fino a 25.000 euro

0
1221

Come vi riportiamo spesso e volentieri, la guardia di finanza e le forze dell’ordine stanno dando vita a numerosi blitz con l’obiettivo di bloccare l’IPTV, siti streaming pirata che permettono, pagando una sorta di “abbonamento”, di vedere Sky, Dazn e via discorrendo.

Iptv, ecco cosa si rischia (Foto Corriere.it)
Cosa si rischia con l’IPTV? (Foto Corriere.it)

Si tratta ovviamente di un’azione illegale e decisamente lesiva nei confronti delle televisioni suddette, ed è proprio per questo che da un paio d’anni a questa parte si sono incrementate le “retate” nei confronti di coloro che cercano di raggirare il sistema. Purtroppo la pratica è diffusissima, e sono molti coloro che decidono di farvici ricorso visto che ad un prezzo tutto sommato contenuto si può appunto avere accesso all’intero pacchetto firmato Sky e Dazn. Stando agli ultimi dati aggiornati, si parla di milioni di persone in tutta Italia, da nord a sud, e ciò fa capire nel contempo a quanto ammonti il danno.

Attenzione però a non prendere la questione con troppa leggerezza visto che, come vi abbiamo spiegato, abbonarsi alle IPTV è reato, e di conseguenza viene punito dalla legge non soltanto chi diffonde il segnale con il famoso “pezzotto” (una sorta di decoder che distribuisce in rete i servizi streaming), ma anche chi ne usufruisce. Del resto, chi sfrutta l’IPTV è in mala fede, è conscio che l’attività e oltre la legge, di conseguenza risulta lo stesso punibile.

Multe salate per chi usa l'IPTV (Foto Corriere.it)
IPTV e le multe salatissime (Foto Corriere.it)

IPTV, MULTE IN ARRIVO: SI RISCHIANO FINO A 25.000 EURO

POTREBBE INTERESSARTI -> Abbonamenti IPTV: sanzioni salatissime per chi viene beccato

Ma in concreto cosa si rischia? La sanzione varia dai 2.000 euro fino ai 25.000, il che fa chiaramente capire come sia decisamente meglio utilizzare i canali legali, evitando poi di trovarsi con una multa salatissima. Recentemente la Guardia di finanza ha smantellato una nuova rete a cui erano collegate ben 50.000 persone, e stando alle ultime indiscrezioni sembra che ora le Fiamme gialle siano alla ricerca di tutti gli utilizzatori del segnale, risalendo agli stessi tramite gli indirizzi IP.

POTREBBE INTERESSARTI -> IPTV pirata con 50.000 utenti collegati: intervengono le forze dell’ordine

Di conseguenza, a breve, potrebbero finire nel mirino della giustizia migliaia di persone, che in questi giorni è probabile che non stiano dormendo sonni tranquilli. L’ultima retata ha messo nel mirino Webnet, dietro cui si nascondeva “un’articolata organizzazione – hanno fatto sapere le forze dell’ordine – operante in diverse regioni del territorio nazionale, dedita alla vendita e distribuzione di dispositivi di decodificazione idonei a permettere l’accesso al servizio criptato IPTV per fruire di contenuti televisivi, senza il pagamento del canone dovuto”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here