Microsoft, un big fix per risolvere la “schermata blu” che crasha il sistema operativo

0
522

Il Patch Tuesday di febbraio 2021 permette a Microsoft di risolvere un bug noto: il BSoD, il Blue Screen of Death, quella schermata blu mostrata da un computer con un sistema operativo Microsoft Windows, quando si verifica un errore di sistema critico che non può essere risolto autonomamente.

Microfost, la sede di Monaco di Baviera (Adobe Stock)
Microfost, la sede di Monaco di Baviera (Adobe Stock)

Il bug fix è presente e scaricabile nell’aggiornamento di Windows 10 KB5001028, attualmente in rilascio tramite Windows Update. Windows 10, versione 1903, ha raggiunto la fine del servizio l’8 dicembre 2020. “Per continuare a ricevere aggiornamenti di sicurezza e qualità – si legge – Microsoft consiglia di eseguire l’aggiornamento alla versione più recente di Windows 10. Se si desidera eseguire l’aggiornamento a Windows 10, versione 1909, è necessario utilizzare il pacchetto di abilitazione KB4517245 (EKB)”.

Et voilà, il bug che portava al crash del sistema connettendosi a un punto di accesso WPA3 (uno dei tre protocolli di sicurezza e programmi di certificazione di sicurezza sviluppati dalla Wi-Fi Alliance per proteggere le reti di computer wireless, il più sicuro) è stato risolto col bug fix.

Microsoft, previsto un solo aggiornamento compatibile per giugno

Bug fixing (Adobe Stock)
Bug fixing (Adobe Stock)

Microsoft ha rilasciato, dunque, un aggiornamento direttamente al client Windows Update per migliorare l’affidabilità di Windows 10, comprese le edizioni Enterprise e Pro, in base alla compatibilità del dispositivo e ai criteri di differimento di Windows Update for Business. “Questo – si legge sempre nel KB5001028 – non si applica alle edizioni con manutenzione a lungo termine”.

LEGGI ANCHE >>> A San Valentino, scegli uno dei gadget tech in offerta su Amazon, per lui e per lei

Si potrebbe ricevere l’errore di arresto 0x7E in nwifi.sys con una schermata blu quando si tenta di utilizzare una connessione Wi-Fi Protected Access 3 (WPA3) – scrive ancora Microsoft nell’avviso – è più probabile incontrare questo problema quando ci si ricollega a una rete Wi-Fi dopo la disconnessione, o quando si sveglia il PC dallo sleep o dall’ibernazione. Nota: la maggior parte delle reti Wi-Fi utilizzano attualmente WPA2 e non sono interessate”.

LEGGI ANCHE >>> Intel attacca i Mac con M1 nella nuova campagna pubblicitaria

L’aggiornamento in questo è una delle tante novità presenti nel Patch Tuesday di febbraio 2021. Che Microsoft sta rilasciando per la risoluzione dei problemi più gravi riscontrati in Windows 10, come il bug della corruzione dei volumi NTFS che può portare alla perdita dei dati degli utenti.

A partire dal mese di giugno Microsoft rilascerà solo un aggiornamento, compatibile con Windows 10 2004, Windows 10 20H2 e Windows 10 21H1, che dovrebbe essere rilasciato nella prima metà dell’anno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here