Canale di Suez, lo strano caso della Ever Given: disincagliata

0
196

E’ passata alla storia, con tanto di creazione di una pagina ad hoc su wikipedia, per essersi incagliata nel Canale di Suez, ma anche quella manovra diventata virale sui social perché ricorda inequivocabilmente i genitali maschili. Si è smosso qualcosa nello strano caso della Ever Given, finalmente sbloccata.

Nave porta container (Adobe Stock)
Nave porta container (Adobe Stock)

L’enorme imbarcazione, battente bandiera di Panama, ha iniziato a muoversi e ora finalmente galleggia. “Le prospettive di un pieno galleggiamento della Ever Given sembrano promettenti”. Il post sul profilo twitter ufficiale della Leth Agencies, la società di fornitura di servizi per il Canale di Suez, porta grande ottimismo.

Canale di Suez, Ever Given: “La poppa della nave è libera”

Canale di Suez (Adobe Stock
Canale di Suez (Adobe Stock

Anche l’Auhority del Canale di Suez ha postato su Facebook il riorentamento dell’80% dell’asse della Ever Given: le manovre riprenderanno quando l’acqua risalirà all’altezza massima.

LEGGI ANCHE >>> Ametrano: “Bitcoin a 400mila dollari entro fine anno, no monete ma oro”

La buona notizia è che la poppa della nave è libera, ma questa è secondo noi la parte più semplice: la sfida resta liberare la parte davanti della nave”. Così ha spiegato direttore esecutivo della Royal Boskalis, casa madre di Smit Salvage, alla radio pubblica olandese.

LEGGI ANCHE >>> Onde radio per alimentare le tecnologie indossabili: ecco come funziona

Smit Salvage è la società olandese che sta partecipando al disincaglio del portacontainer Ever Given nel Canale di Suez, una società di Rotterdam che ha partecipato già ad importanti rimozione in mare: sia del relitto della Costa Concordia naufragata davanti all’Isola del Giglio nel 2012, sia di quello del sottomarino nucleare russo Kursk nel 2001 in seguito all’incidente dell’anno prima.

Il tenente generale Osama Rabei, capo dell’Autorità del Canale di Suez, in Egitto, ha confermato che la nave portacontainer Ever Given è stata parzialmente rimessa a galla dopo aver risposto con successo alle “manovre di tiro e spinta”. Anche il sito di tracciamento navi Vesselfinder ha cambiato lo status della Ever Given: da “under way” (in movimento) riportando una “posizione” ricevuta alle 06:05 Uct (quindi le 04:05 italiane).

E’ stata proprio la Vesselfinder a contribuire alla creazione dello strano caso della Ever Given, una portacontainer battente bandiera di Panama da 400 metri di lunghezza e 59 di larghezza. Il team specializzato trovare le tracce gsp delle navi e registrarle ha rivelato che, prima di ricevere il via libera per attraversare lo stretto, la Mv Ever Given ha sostato del tempo nelle acque egiziane, quella traccia evidenzia chiaramente i genitali maschili. Video e post sono diventati virali, nonostante la gravità del fatto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here