PS5, numeri da capogiro: quasi otto milioni di unità nel mondo

0
172

Un caricamento ultra rapido con un’unità SSD ad altissima velocità. Un supporto per il feedback aptico. Grilletti adattivi, audio 3D, una nuova generazione di incredibili giochi. Sono solo alcuni motivi per cui la PS5 sta spaccando.

Ps5 (Adobe Stock)
Ps5 (Adobe Stock)

L’ultimo report finanziario della Sony regala numeri da capogiro. Quasi 8 milioni di unità di PS5 spedite in tutto il mondo, la quinta console da tavolo per videogiochi prodotta da Sony Interactive Entertainment ha quasi raddoppiato i suoi numeri del 2020. Praticamente un milione al mese di PS5 nel 2021.

PS5, il boom del 2021: praticamente si vendono un milione di unità al mese

Sony (Adobe Stock)
Sony (Adobe Stock)

La PS5 utilizza un processore Zen 2 di AMD con 8 core a una frequenza variabile limitata a 3,5 GHz[12]. La GPU è un sistema su chip (SoC) personalizzato, basato su RDNA 2 di AMD, con 36 unità di calcolo funzionanti a frequenza variabile, limitato a 2,23 GHz e capace di 10,28 TFLOPS.

LEGGI ANCHE >>> American Psycho, dopo i meme, potrebbe esserci anche una serie TV

Sia la CPU che la GPU sono monitorate da uno speciale sistema di boost con tecnologia AMD SmartShift, in grado di regolare la frequenza di questi sistemi in base alle attività correnti di entrambi i chip, per indirizzare la potenza assorbita costante ideale e un modello di prestazioni SoC.

LEGGI ANCHE >>> Google Maps, tanta voglia di viaggiare (di nuovo): tutti gli aggiornamenti

La GPU include il supporto per l’accelerazione hardware del rendering ray tracing, che consente la grafica ray tracing in tempo reale. L’hardware include una nuova tecnologia audio chiamata Tempest Engine basata sulla tecnologia AMD GPU. L’unità include 16 GB di SDRAM GDDR6 con una larghezza di banda di 448 GB/s.

L’integrazione personalizzata dei sistemi della console PS5 consente agli sviluppatori di recuperare dati dall’unità SSD così rapidamente da poter creare giochi in modi finora impensabili.

Chi pensava che con la PS4 la società giapponese attiva nell’ambito dei videogiochi e delle console, fondata il 16 novembre 1993 a Tokyo come sussidiaria di Sony, avesse toccato il massimo, dovrà ricredersi.

La PS5 in 15 mesi ha praticamente eguagliato i numeri da sballo della sua “sorellona”. Che, al 31 marzo del 2014, era stata spedita nelle case di 7,8 milioni di persone nel mondo. Non c’era quindi da stupirsi dei risultati di PS5. Un conto è dirlo e pensarlo, un altro è vederlo nell’ultimo report finanziario di Sony.

Uscita in Italia il 19 novembre 2020, è stata presentata l’11 giugno dello stesso anno, in due versioni: normale e “Digital Edition”, ovvero senza possibilità di inserimento CD. Se il buongiorno si vede dal mattino, è meglio che per Sony non faccia mai sera.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here