Reattore a fusione, un passo fondamentale per il funzionamento di prova

0
400

Gli scienziati cinesi hanno stabilito un nuovo record mondiale di raggiungimento di una temperatura del plasma di 120 milioni di gradi Celsius per un lasso di tempo stimato in 101 secondi, nell’ultimo esperimento. Un passo fondamentale verso il funzionamento di prova di un reattore a fusione.

Reattore a fusione (Adobe Stock)
Reattore a fusione (Adobe Stock)

La svolta è stata annunciata da Gong Xianzu, ricercatore dell’Istituto di fisica del plasma dell’Accademia cinese delle scienze, responsabile dell’esperimento condotto a Hefei, capitale della provincia di Anhui, nella Cina orientale. Un paese in prima linea per il reattore a fusione, che dedica circa il 9% della sua ricerca e sviluppo a questo progetto.

Reattore a fusione, il sole artificiale cinese ha realizzato una temperatura del plasma di 160 milioni di gradi Celsius, per 20 secondi.

Fusione nucleare (Adobe Stock)
Fusione nucleare (Adobe Stock)

L’esperimento al tokamak superconduttore avanzato sperimentale, o il “sole artificiale cinese“, ha anche realizzato una temperatura del plasma di 160 milioni di gradi Celsius, della durata di 20 secondi.

LEGGI ANCHE >>> Vodafone, ultimi giorni (forse) per l’offerta Special 50 Digital Edition

Il dispositivo Tokamak si trova presso l’Hefei Institutes of Physical Sciences dell’Accademia cinese delle scienze. È progettato per replicare il processo di fusione nucleare che avviene naturalmente nel sole e nelle stelle per fornire energia pulita quasi infinita attraverso la fusione nucleare controllata, che è spesso soprannominata il “sole artificiale”.

LEGGI ANCHE >>> Amazon Connect, c’è l’ok del MISE ma per ora non sarà operatore telefonico

Il risultato dell’esperimento di Hefei ha battuto un precedente record di mantenimento della temperatura del plasma, a 100 milioni di C per 100 secondi. Secondo Li Miao, direttore del dipartimento di fisica della Southern University of Science and Technology di Shenzhen, è una pietra miliare nel raggiungimento dell’obiettivo di mantenere la temperatura a un livello stabile per lungo tempo.

Raggiungere una temperatura del plasma superiore a 100 milioni di C è una delle sfide chiave per sfruttare la fusione nucleare. Alla fine del 2020, la Corea del Sud ha raggiunto i 100 milioni di C per 20 secondi. Si ritiene che la temperatura al centro del sole sia di 15 milioni di C, il che significa che il plasma al centro del dispositivo sarà sette volte più caldo di quello del sole.

L’energia generata dalla fusione nucleare è l’energia più affidabile e pulita attualmente nel modo  ha spiegato Lin Boqiang, direttore del China Center for Energy Economics Research dell’Università di Xiamen, in un’intervista al Global Times, aggiungendo che “se la tecnologia può essere applicata commercialmente, avrà enormi vantaggi economici per tutti”.

Tuttavia, Lin ha avvertito che poiché la tecnologia è ancora in fase sperimentale, occorrono ancora almeno 30 anni affinché si esca dal laboratorio. “È più simile a una tecnologia futura, fondamentale per la spinta allo sviluppo verde della Cina“.

L’esperimento di EAST fa parte della struttura del reattore sperimentale termonucleare internazionale, rientra in un grande progetto scientifico globale secondo solo alla Stazione Spaziale Internazionale per dimensioni. E’ stato costruito congiuntamente da Cina, Unione Europea, India, Giappone, Corea del Sud, Russia e Stati Uniti. Il suo successo sarebbe significativo per il futuro utilizzo della fusione internazionale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here