LICIACube, il satellite italiano che filmerà lo scontro tra due asteroidi per la prima volta

0
181

E’ tutto pronto per il lancio di LICIACube, il satellite tutto italiano che per la prima volta nella storia filmerà lo scontro fra due asteroidi. Come riferisce l’agenzia Ansa, il microsatellite, orgoglio del genio e della manodopera italiana, registrerà il primo tentativo di far deviare un asteroide, cosa mai accaduta prima… se non nelle pellicole hollywoodiane.

LICIACube, il satellite italiano (Foto Ansa)
LICIACube, il satellite italiano: i dettagli (Foto Ansa)

Una missione che farà parte della DART, acronimo di Double Asteroid Redirection Test (che tradotto significa test per la deviazione di due asteroide), portava avanti dall’agenzia spaziale degli Stati Uniti, la NASA. LICIACube è stato presentato nella giornata di ieri presso gli stabilimenti della Argotec, azienda di Torino, dove lo stesso satellite è stato realizzato per conto dell’Asi, l’Agenzia Spaziale Italiana. A breve verrà trasportato oltre oceano, dove vi rimarrà in attesa del lancio in orbita che dovrebbe arrivare, se la tabella di marcia verrà rispettata, entro la fine di quest’anno. Ma vediamo nel dettaglio come è fatto questo “aggeggio”.

LICIACUBE, IL SATELLITE CHE FILMERA’ LO SCONTRO FRA DUE ASTEROIDE: ECCO COME AVVERRA’ LA MISSIONE

POTREBBE INTERESSARTIQuesto asteroide vale una fortuna ma per gli esperti rimane un mistero

Si tratta di un satellite grande più o meno quanto una scatola di scarpe, quindi di dimensioni estremamente ridotte, e avrà l’onore di registrare in video digitale il primo test per capire se sia fattibile o meno deviare due asteroidi, un esperimento che farà comprendere altresì se la Terra sia pronta o meno in caso di un devastante impatto con un corpo celeste. LICIACube viaggerà per 11 mesi a bordo di DART per una distanza di ben 11 milioni di chilometri, e raggiungerà al termine del suo lungo viaggio l’asteroide Didymos: a quel punto, giunto presso l’obiettivo, si sgancerà e filmerà l’esperimento.

POTREBBE INTERESSARTILa Nasa ha simulato l’impatto di un asteroide sulla Terra ed è andata molto male…

“Nano e micro satelliti come LICIACube – le parole all’agenzia Ansa di Giorgio Saccoccia, presidente dell’ASI – permettono di testare tecnologie molto avanzate con grande rapidità e costi contenuti. Sono piattaforme su cui stiamo investendo da tempo come ASI e su cui è possibile testare applicazioni praticamente per ogni settore e offrono opportunità importanti per tante Pmi italiane”. Così invece David Avino, Managing Director di Argotec: “Con la piattaforma Hawk, un microsatellite tutto italiano riuscirà nell’impresa di monitorare l’impatto cinetico di una sonda con un asteroide. LICIACube sarà, inoltre, l’oggetto italiano che raggiungerà per la prima volta nella storia un target così remoto. Questi primati rappresentano per il team di Argotec una grande responsabilità ma al tempo stesso motivo di orgoglio per l’Italia”. Non ci resta quindi che iniziare il conto alla rovescia in vista dell’avvio della missione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here