Truffa Wind con addebito: veniva applicata un costo ad ogni pagina web visitata, indaga la Procura

0
196

Allarme per una nuova truffa che arriva nella bolletta, la polizia sta indagando su un sistema che ruba 9 centesimi per pagina visitata.

Truffa tramite smartphone (foto Adobestock)
Truffa tramite smartphone (foto Adobestock)

Ad aprire le indagini è la Procura di Milano, che sta indagando su questo filone che ha coinvolto WindTre con un sequestro di 21 milioni di euro di percentuali di servizi attivati attraverso modalità fraudolente da società di contenuti che lavorano per il gestore. Il Corriere della Sera spiega che è stato scoperto un costo invisibile di 9 centesimi che veniva addebitato aprendo semplicemente delle pagine Internet, ma che veniva limitato al massimo ad 1 euro per non far insospettire gli utenti.

Dunque una vera e propria truffa, ben camuffata, che consentiva flussi di denaro consistenti ma spalmati su milioni di clienti Wind. Secondo l’indagine poi oltre questa semplice truffa nel corso degli ultimi anni sono stati installati sui cellulari marchiati un mare di  servizi aggiuntivi, come giochi, suonerie, meteo, oroscopi, gossip, tutti attivati a sorpresa sulla scheda Sim, senza che i clienti ne fossero realmente a conoscenza.

Tutto questo è stato possibile grazie ad alcuni banner online ingannevoli, come quelli della società di contenuti Bright Moby e Yoom, che sfruttavano l’hub tecnologico Pure Bros. Per questo è scattato il sequestro preventivo di 204 mila euro sui conti Accenture e 109 mila euro su quelli Vetrya. Non è un caso che da quando i servizi aggiuntivi sono stati disattivati e non attivabili automaticamente, i numeri sono letteralmente crollati.

La piaga dei servizi VAS sui conti degli utenti

Truffa tramite smartphone (foto Adobestock)
Truffa tramite smartphone (foto Adobestock)

LEGGI ANCHE: Terrore privacy sul Web: i dati di 3,8 mld di utenti FB e Clubhouse sono in vendita, perchè è successo ancora?

Quella dei servizi aggiuntivi VAS è una piaga che va avanti da anni, ma che per fortuna è stata eliminata dal 22 marzo scorso, quando l’autorità garante ne ha vietato l’attivazione automatica. I servizi a sovrapprezzo (VAS), detti anche “a contenuto” o “premium”, sono dei servizi a pagamento, offerti da terze parti via SMS o attraverso connessione dati, al di fuori dei servizi base di telecomunicazioni offerte da WINDTRE. Tra i servizi a sovrapprezzo (VAS) più comuni rientrano: oroscopi, giochi, video e musica in streaming, news (Sport, Calcio, Gossip, Novità, …), meteo, suonerie ed altri.

LEGGI ANCHE: Voola sta arrivando: il servizio FTTH di Open Fiber da 10 GB/s da ottobre

I servizi a sovrapprezzo (VAS) hanno un prezzo di natura variabile, che di norma può prevedere un corrispettivo da pagare a seconda della tipologia di servizio che hai scelto di attivare e/o sottoscrivere su base settimanale o per singolo contenuto usando il credito residuo della tua SIM (nel caso di offerta ricaricabile attiva) o direttamente nel tuo conto telefonico (nel caso di offerta postpagata).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here