Nuovo lancio per il satellite italiano Cosmo-SkyMed: il genio italiano raggiungerà lo spazio a bordo di SpaceX

0
647

Ancora una volta l’Italia è la protagonista dei cieli e dello spazio. E’ infatti pronto il nuovo lancio del satellite di seconda generazione di Cosmo-SkyMed, gruppo di satelliti del nostro Paese, che hanno funzioni radar e ottiche per osservare la Terra nel modo più avanzato possibile.

Cosmo-SkyMed, 25/1/2022 - Computermagazine.it
Cosmo-SkyMed, 25/1/2022 – Computermagazine.it

Così come fatto sapere dall’agenzia spaziale italiana, l’Asi, il lancio è previsto su un razzo Falcon 9, oggetto spaziale della famiglia di SpaceX, l’agenzia di proprietà di Elon Musk. Il giorno prescelto è il 28 gennaio prossimo poco dopo le mezzanotte italiane, precisamente alle ore 00:11, e il lancio avverrà negli Stati Uniti, dalla nota base di Cape Canaveral, nello stato della Florida.

Cosmo-SkyMed, 25/1/2022 - Computermagazine.it
Cosmo-SkyMed, 25/1/2022 – Computermagazine.it

COSMO-SKYMED, A BREVE IL NUOVO LANCIO DEL SATELLITE ITALIANO

Cosmo-SkyMed, come scrive il sito dell’agenzia Ansa, è nato 15 anni fa, nel 2007, dopo un protocollo d’intesa firmato dai ministeri della Difesa e dell’istruzione, università e ricerca, ed è un programma duale, ovvero, nel contempo civile e militare, il primo di questo tipo mai promosso dalla nostra nazione. In precedenza era già stato effettuato un lancio di un satellite della famiglia, e a breve prenderà vita il secondo viaggio nello spazio. “Grazie ai suoi radar ad apertura sintetica (Sar) – scrive ancora Ansa.it – la costellazione permette di osservare qualsiasi punto del pianeta giorno e notte e in ogni condizione ambientale, può infatti osservare anche attraverso le nuvole”. E questo nuovo lancio consentirà quindi di proseguire l’attività operativa di tutta la costellazione Cosmo-SkyMed, ormai in orbita da più di quindici anni e aumentando ovviamente le sue capacità.

Recentemente l’agenzia spaziale italiana ha firmato un nuovo contratto industriale che prevede l’espansione del suo parco satelliti con gli SkyMed di seconda generazione (CSG), raddoppiato poi entro il 2025: “La firma del contratto per l’espansione della costellazione COSMO-SkyMed di Seconda Generazione (CSG) rappresenta un evento cruciale per assicurare al Paese la continuità operativa di un’infrastruttura spaziale all’avanguardia mondiale – sono le parole rilasciate a presentazione dell’accordo da parte del Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, Giorgio Saccoccia – l’Agenzia Spaziale Italiana è fiera di essere ancora una volta promotrice delle tecnologie d’eccellenza che tutta la filiera produttiva di CSG è in grado di esprimere, e nel contempo conferma il proprio impegno nella realizzazione di sistemi spaziali in grado di rispondere alle esigenze di una vasta platea di utilizzatori in Italia e nel Mondo, in linea con gli Indirizzi del Governo in materia spaziale”. I satelliti SkyMed sono realizzati da una serie di aziende tricolore, fra cui anche Leonardo, che insieme a Thales Alenia Space rappresentano le due principali realtà del progetto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here