Tesla: ora l’autopilota sa anche come usare la frenata rigenerativa del traffico

0
491

L’autonomia delle auto elettriche è un tema caldo fin dagli albori del segmento. Di fatto, il gap con le classiche auto alimentate a combustibili non è ancora stato riempito, ma alcune tecnologie vengono incontro agli utenti, aiutandoli a risparmiare energia. Tra queste la frenata rigenerativa, oggi migliorata ulteriormente da Tesla. 

Tesla: l'autopilota userà meglio la frenata rigenerativa - 27012022 www.computermagazine.it
Tesla: l’autopilota userà meglio la frenata rigenerativa – 27012022 www.computermagazine.it

L’autonomia è probabilmente uno dei temi principali di fronte al quale in molti sono ancora piuttosto scettici nei confronti delle auto elettriche. Quanto dura la carica? Quanto impiega a ricaricarsi? Domande che, frequentemente, vengono poste e si pongono coloro i quali hanno intenzione di acquistare un mezzo elettrico. Negli anni la tecnologia è migliorata, con celle sempre più prestanti e tecnologie che aiutano – laddove è possibile – a risparmiare preziose energie per aumentare l’autonomia.

La frenata rigenerativa diventa più smart con l’autopilota

Ecco come l'autopilota risparmierà energia - 27012022 www.computermagazine.it
Ecco come l’autopilota risparmierà energia – 27012022 www.computermagazine.it 

Tra queste come non menzionare la frenata rigenerativa, in grado di recuperare energia che, accumulandosi, può essere incanalata per aumentare l’autonomia del veicolo. Tra i principali produttori di veicoli elettrici c’è Tesla che, con l’aggiornamento 2022.4, ha insegnato al suo autopilota a sfruttare al meglio questa possibilità, garantendo così maggiori prestazioni in termini di autonomia. Specialmente nelle basse velocità, dove la frenata rigenerativa viene utilizzata poco.

L’autopilota userà più spesso la frenata rigenerativa a basse velocità per raggiungere un’efficenza maggiore e un’esperienza di guida migliore, specialmente nel traffico quotidiano. Incrementare l’uso della frenata rigenerativa si traduce in una minore uso del pedale del freno ed una frenata più morbida all’arresto“.

Insomma un piccolo e necessario passo in avanti per migliorare non solo l’autopilota di Tesla – vero fiore all’occhiello della casa automobilistica – ma anche l’autonomia dei suoi veicoli. Ad oggi le scelte sulla frenata rigenerativa sono due: standard e bassa. Con questo aggiornamento, il 2022.4, la società texana punta a rendere più piacevole la guida e a spronare gli utenti ad utilizzare la modalità “One-Pedal” – presente di serie sui veicoli. L’aggiornamento è attualmente in fase di rilascio, e ci vorranno almeno un paio di settimane affinché i possessori possano ricevere l’update direttamente nelle loro auto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here