Gli USA investono nei cani robot per sorvegliare i loro confini: ecco i video e le immagini sorprendenti dei test

0
335

Macchine quadrupedi autonome per sorvegliare i confini statunitensi: il Dipartimento di Sicurezza Nazionale rivela i dettagli degli ultimi test effettuati dai cani robot in attività di sorveglianza, dichiarandone il successo ed annunciando che la sperimentazione proseguirà.

Cani Robot Test USA ComputerMagazine.it 04 Febbraio 2022
Cani Robot testati dal Dipartimento di Sicurezza negli USA – ComputerMagazine.it

Macchine “a quattro zampe” che possono operare in autonomia o essere pilotate manualmente, all’occorrenza equipaggiate con sofisticati dispositivi di perlustrazione, come videocamere termiche e per la visione notturna: questo il progetto che il DHS (Department of Homeland Security) statunitense sta testando nei confini meridionali degli USA, con l’obiettivo di disporre presto di sistemi di sorveglianza robotici in grado di garantire maggior controllo e sicurezza nei territori di frontiera.

“I confini meridionali [degli Stati Uniti, ndr] possono essere luoghi inospitali per persone ed animali”, ha dichiarato Brenda Long, una dei manager del “Science & Technology Directorate”, ovvero il centro di ricerca e sviluppo del DHS. “E questo è esattamente il motivo per cui una macchina potrebbe essere adoperata con successo in quei posti”.

Le caratteristiche principali dei cani robot

Cani Robot USA Modello 60 ComputerMagazine.it 04 Febbraio 2022
Il modello “Ghost Vision 60” della Ghost Robotics Corporation – ComputerMagazine.it

Costruiti dalla Ghost Robotics Corporation di Philadelphia, il modello più popolare – il Ghost Vision 60 – è alto 76 cm, pesa 32 kg e può percorrere 12 km in circa 3 ore con una carica completa di batteria. 

Il Dipartimento di Sicurezza ha reso note le modalità di test effettuate fino ad ora: mansioni di vigilanza autonome attraverso camere e sensori, ispezioni di linee ferroviarie e vagoni ed anche controlli effettuati presso edifici residenziali, simulando incontri con “soggetti potenzialmente ostili”.

In passato, la Ghost Robotics aveva anche equipaggiato alcuni modelli con armi da fuoco, ma in questo momento non è trapelato che DHS sia interessato a questo tipo di esercitazioni e test. 

I maggiori pregi e difetti dei Robot Dogs: possono garantire effettiva sicurezza?

Cani Robot per sorvegliare i confini USA ComputerMagazine.it 04 Febbraio 2022
Secondo la DHS statunitense, presto i cani robot entreranno in servizio al fianco di agenti e militari umani – ComputerMagazine.it

In passato abbiamo visto effettuare test simili su macchine cingolate o rotanti, anche’esse di tipo autonomo oppure pilotato.

Ma, rispetto a queste, i cani robot, grazie alla loro possibilità di articolazione quadrupede, dimostrano migliori prestazioni in termini di agilità e movimento, e i risultati in ambienti morfologicamenti dissestati o complessi, come colline ripide, terreni rocciosi, dislivelli ed anche scale e scalini di ogni genere, si sono rivelati eccellenti, praticamente allo stesso livello degli umani.

Tuttavia, le limitazioni non mancano e, anzi, sono ancora numerose: tra queste, le principali si riferiscono in particolare alla durata della batteria ed anche a numerose “spedizioni erratiche” impreviste, durante le quali i cani robot hanno, per così dire, deciso di andare a spasso per conto loro. 

Oltre a “crash” saltuari tra cui, come riportato da forze di polizia statunitense coinvolte nelle fasi di test, cadere all’improvviso a gambe all’aria o a pancia in su.

Ma il Dipartimento di Sicurezza è fiducioso ed ottimista riguardo all’adozione imminente dei cani robot al fianco di agenti e militari, ed ha concluso: “Non sorprendetevi se in futuro vedrete dei robot “Fido” sul campo, accanto al nostro personale umano”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here