Caricatore rapido wireless e prestazioni della batteria, quanto realmente incide?

0
237

Sono sempre di più coloro che decidono di acquistare un caricatore rapido wireless per poter avere una ricarica del proprio smartphone decisamente comoda, appunto senza fili, e nel contempo anche veloce.

Caricatore wireless, 29/3/2022 - Computermagazine.it
Caricatore wireless, 29/3/2022 – Computermagazine.it

In rete, a cominciare da Amazon, se ne trovano di tutti i tipi, a cominciare da quelli per iPhone, il famoso MagSafe, venduto in sconto a 37.99 euro, senza dimenticarsi ovviamente tutti gli altri prodotti più o meno simili anche per cellulari Android

Caricatore wireless, 29/3/2022 - Computermagazine.it
Caricatore wireless, 29/3/2022 – Computermagazine.it

CARICATORE RAPIDO WIRELESS E PRESTAZIONI DELLA BATTERIA: GLI INTERESSANTI RISULTATI DI UN’ANALISI

Se da una parte però, come detto sopra, le comodità sono evidenti, bisogna anche cercare di comprendere quanto queste ricariche rapide vadano ad incidere sulla batteria, di conseguenza, potrebbero rivelarsi una sorta di boomerang per il nostro smartphone. “A ricariche rapide maggiori infatti – scrive a riguardo dday.it – corrispondono in maniera inversamente proporzionale minori capacità della batteria”. Una conclusione che emerge dall’analisi effettuata da GSMArena che ha confrontato dodici diversi telefoni, ognuno nella doppia versione con e senza la ricarica rapida, evidenziando che la presenza del “MagSafe”, influisce mediamente sul 10 per cento della capacità della batteria. E’ stato inoltre notato che, fino ad una ricarica intorno ai 30W, non vi è alcun effetto sulla capacità della batteria.

Ad esempio, il Redmi Note 9 Pro per il mercato indiano è identico al Redmi Note Pro globale, nonostante il primo possieda una ricarica a 18W mentre il secondo arriva appunto a 30W, pur entrambi con batterie da 5.020 mAh e le stesse dimensioni e peso. GSMArena ha anche analizzato i tempi necessari per una ricarica rapida, e in questo caso bisogna fare un distinguo: i telefoni con ricariche a circa 30 Watt ottengono una carica completa in poco più di un’ora, mentre quelli con 60 W sono più veloci, arrivando ad una velocità massima di 45 minuti, registrata sul Realme Narzo 20 Pro (ricarica da 65 W): “Bisogna tenere presente – specifica ancora Dday.it – che raramente si parte da 0, e la ricarica è più rapida inizialmente mentre tende a rallentare man mano che la batteria si avvicina al 100%, quindi il vantaggio si riduce”. Ovviamente molto dipende dall’utilizzo personale che una persona fa dello smartphone, di conseguenza, se voleste acquistare un caricatore wireless, e qui ne trovate a bizzeffe, siete ovviamente liberi di farlo: sappiate però che a volte il gioco non vale la candela.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here