Microsoft e Blizzard, nuova acquisizione in vista, cosa sta succedendo?

0
199

La Federal Trade Commission ha detto sì. L’ostacolo più duro è stato dunque superato, così Microsoft e Blizzard possono correre a grandi falcate verso quell’acquisizione annunciata da tempo.

Call of Duty 20220717 CMG
Call of Duty – Adobe Stock

L’acquisizione da parte del colosso di Redmond di Activision Blizzard, nota azienda statunitense produttrice e distributrice di videogiochi il cui valore stimato si aggira attorno ai venti miliardi di euro, potrebbe essere finalizzata a breve. C’è chi pensa addirittura ad agosto.

Microsoft ha annunciato all’inizio del 2022 che stava pianificando di acquistare il conglomerato di giochi Activision Blizzard. Si diceva che l’accordo fosse per quasi 70 miliardi di dollari e avrebbe portato molti giochi popolari, incluso il franchise di Call of Duty, nell’ampio parco di titoli di Xbox.

Xbox prevede di assimilare Activision Blizzard al massimo entro l’estate del 2023

XBox Series X|S 20220717 cmag
XBox Series X|S – Adobe Stock

Nuovi contenuti da Blizzard e Activision sono molto ambiti. Fortunatamente per i giocatori su Xbox e Windows, un accesso più facile ai giochi Activision Blizzard potrebbe iniziare entro il prossimo mese, con il via libera della Federal Trade Commission, la macchina organizzativa di Microsoft potrebbe volare a pieni giri.

Microsoft è in attesa dell’autorizzazione della FTC prima di poter acquistare ufficialmente Activision Blizzard. L’acquisto costerà circa 68,7 miliardi di dollari e darà al colosso di Washington creato da Bill Gates e Paul Allen ormai nel lontano 1975, i diritti sui giochi di Activision Blizzard, inclusi i franchise di Diablo, World of Warcraft e Call of Duty. Tanta, tanta roba.

Se l’FTC non richiederà ulteriori informazioni a Microsoft nel mese successivo, l’accordo verrà concluso automaticamente. Xbox prevede di assimilare Activision Blizzard al marchio esistente al più tardi entro l’estate del 2023, anche se possibili decisioni del governo degli Stati Uniti potrebbero consentire alle società di unirsi al team, anticipando i tempi tecnici.

L’acquisizione di Microsoft di Activision Blizzard non è in discussione, ma ci sono altri dubbi da sciogliere e per questo la vicenda è tutta da monitorare. Al momento, infatti, non è chiaro quali piani abbia l’Xbox Team per i marchi esistenti di proprietà di Activision Blizzard.

Si possono fare delle ipotesi, come i grandi titoli Activision e Blizzard che si trasformano in esclusività sulla piattaforma Microsoft, improbabile invece che uno dei colossi del pianeta gaming limiti i franchise.

Sono in molti a pensare che i futuri giochi di Diablo, Overwatch e Call of Duty avranno contenuti esclusivi per i giocatori Xbox e Windows, offrendo ai fan di tutto il mondo un motivo per passare a un prodotto o servizio Microsoft. Prima, però, la fine dell’acquisizione.

FONTE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here