Asus Zenfone 9: il compatto Android con il cuore da top di gamma, venduto ad un prezzo da urlo

0
300

Erano anni che l’utenza Android chiedeva a gran voce un dispositivo dalle dimensioni compatte, ma in grado di offrire prestazioni da vero top di gamma. Ecco la nona generazione di Zenfone, flagship prodotti dalla taiwanese Asus che, come ogni anno, attirano a se l’attenzione del mercato.

Zenfone 9: è lui il re del mercato Android - 29722 www.computermagazine.it
Zenfone 9: è lui il re del mercato Android – 29722 www.computermagazine.it

Dopo un inizio scoppiettante, condito dal leggendario Zenfone 2, ed un periodo in cui il fiore all’occhiello della taiwanese era la “flip camera” vista negli ultimi modelli, ecco finalmente la nuova generazione di Zenfone. Il nono modello si presenta sul mercato con una ferrea regola: quella che risponde al nome di compattezza. Maneggevolezza che, più di ogni altra cosa, è una caratteristica, un aspetto che gli utenti Android chiedono da anni ai produttori. E in questo senso Asus tende a volerli accontentare.

Zenfone 9 fa sul serio: un top di gamma in tutto per tutto

Zenfone 9: è lui il re del mercato Android - 29722 www.computermagazine.it
Zenfone 9: è lui il re del mercato Android – 29722 www.computermagazine.it

Ma c’è di più della compattezza. In casa Asus quest’anno ci si è concentrati sul rendere l’esperienza quanto più simile a quella dei veri e propri top di gamma. Sì perché sotto al cofano c’è il chip più potente sul mercato, lo Snapdragon 8+ Gen 1 di Qualcomm, corredato da una batteria da ben 4.300 mAh, in grado di offrire prestazioni in termini di autonomia proprie di uno smartphone molto più grande. Con i suoi 5.9″, lo schermo frontale è di tipo AMOLED a 120Hz, con una copertura sRGB al 115% e DCI-P3 al 112%.

Girando il dispositivo troviamo due sensori per le fotocamere, una superwide ed una tele, rispettivamente il Sony IMX766 da 50MP ed il IMX363 da 12MP. Dulcis in fundo la dotazione hardware parla di tre varianti: una da 8/128GB, una da 8/256GB ed una da 16/256GB dal costo di 799€ per la base, 849€ per l’intermedia e 899€ per il top. Il dispositivo si presenta sul mercato come un rivale dei compatti – pochi – che popolano il mondo Android: su tutti il recentissimo Pixel 6a di Google, uno degli smartphone più interessanti dell’annata in corso. Saprà Asus confermarsi un’azienda in grado di produrre dispositivi anche al di fuori della sua comfort zone, vale a dire quella da gaming?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here