Instagram all’attacco di Pornhub: cosa succede tra il social e il colosso del porno?

0
244

Instagram ha deciso di “dichiarare guerra” a Pornhub, bloccando il profilo ufficiale dello stesso colosso del porno sulla propria piattaforma. La decisione, come riferisce Hdblog.it, è stata presa dopo che alcune associazioni come il National Center on Sexual Exploitation, hanno fatto pressione sullo stesso social fotografico di proprietà di Mark Zuckerberg, portando quindi lo stesso alla scelta drastica.

Instagram vs Pornhub, 6/9/2022 - Computermagazine.it
Instagram vs Pornhub, 6/9/2022 – Computermagazine.it

Stando alle accuse, l’account di proprietà della società MindGeek avrebbe promosso direttamente la pornografia nonostante venissero comunque pubblicati contenuti non espliciti. Il profilo di Pornhub era alquanto seguito, tenendo conto che vantava ben 13.1 milioni di follower e più di 6.200 post pubblicati, numeri davvero importanti, che fanno chiaramente capire l’influenza dello stesso su Instagram. “Come ricorda Variety, che per prima ha diffuso la notizia – scrive Hdbloglit – il CEO di MindGeek Feras Antoon e il COO David Tassillo avevano abbandonato l’azienda a inizio estate, mentre Visa e Mastercard hanno interrotto di recente i rapporti con Traffic Junky, società di web advertising e digital marketing che cura la pubblicità sulla piattaforma di contenuti per adulti”. La decisione di Visa era giunta dopo che la stessa era stata accusa di aver contribuito alla monetizzazione di materiale illegale da parte di MindGeek, fatto risalente al lontano 2014, e riguardante una ragazza all’epoca dei fatti 13enne, quindi minorenne, il cui video era finito appunto su Pornhub nonostante il mancato consenso della stessa.

Instagram vs Pornhub, 6/9/2022 - Computermagazine.it
Instagram vs Pornhub, 6/9/2022 – Computermagazine.it

INSTAGRAM BLOCCA IL PROFILO DI PORNHUB: ECCO COSA STA SUCCEDENDO

“Instagram sta scegliendo coraggiosamente di smettere di collaborare con Pornhub”, dice il CEO del National Center on Sexual Exploitation Dawn Hawkins, “ed è tempo che tutte le realtà aziendali seguano il suo esempio”. Nonostante il profilo non pubblichi materiale esplicito, come scrive Hdblog sono diversi i casi documentati in cui la piattaforma per adulti incentiva i follower ad intraprendere una carriera pornografica, come ad esempio il video “Next Career Goal”. Ovviamente MindGeek ha più volte rimandato al mittente la questione, spiegando: “Qualsiasi insinuazione sul fatto che MindGeek non prenda sul serio l’eliminazione di materiale illegale è categoricamente falso”. La sensazione è che tale vicenda non sia ancora chiusa.

🔴 FONTE: HDBlog.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here