Il lavandino rivoluzionario: ecco Solitaire Water Base, per una cucina sempre pulita, touch e smart

0
221

Arriva da IFA uno degli oggetti più controversi degli ultimi tempi. Un gadget tecnologico che va a rivoluzionare un oggetto che utilizziamo tutti i giorni e che mai e poi mai avremmo pensato in una veste… smart. Il lavandino della cucina.

Lavandino smart: la rivoluzione del gruppo BSH - 5922 www.computermagazine.it
Lavandino smart: la rivoluzione del gruppo BSH – 5922 www.computermagazine.it

Un lavandino della cucina unico nel suo genere. Come non mai, diremmo noi. Si chiama Solitaire Water Base e verrà prodotto dal gruppo BSH e, a quanto sembra, rivoluzionerà il modo in cui utilizziamo – e puliamo! – il lavandino della cucina. Quante volte ci è capitato di vedere oggetti del quotidiano stravolti dalla tecnologia? Accessori che fino a poco tempo prima non erano smart, diventare tutto d’un tratto oggetti iper-tecnologici, con funzioni più o meno utili, ma soprattutto volte a rendere il nostro quotidiano più piacevole e semplice?

Il prossimo della lista potrebbe essere il lavandino della cucina, laddove finiscono i piatti sporchi, ci laviamo le mani, puliamo frutta e verdura. Il centro nevralgico delle amate cucine degli italiani che, d’ora in avanti, potrebbe diventare tra i prodotti più smart della nostra abitazione. Il prodotto di BSH anzitutto punta al design, unico nel suo genere, dove a fare da padrone sono linee pulite e smart, come qualsivoglia oggetto smart che si rispetti.

Comandi touch e design ultra-minimal: ecco il lavandino del futuro

Lavandino smart: la rivoluzione del gruppo BSH - 5922 www.computermagazine.it
Lavandino smart: la rivoluzione del gruppo BSH – 5922 www.computermagazine.it

La posizione base è infatti perfettamente a filo con il piano della cucina, dando l’impressione di avere d’innanzi un pezzo unico, senza soluzione di continuità. Ovviamente non manca una piccola fessura per lo scarico dell’acqua, nonché la possibilità di muovere il fondo, che può essere utilizzato sia in posizione alta che in posizione “classica”, abbassandosi. L’erogatore presenta ovviamente linee squadrate ed estremamente minimal, che lo rendono a tutti gli effetti un oggetto di design a tutto tondo.

Il movimento del fondo lavandino è gestito da una superficie touch presente sul bordo destro, dove basterà sfiorare un tasto per far partire la magia. È inoltre possibile rimuovere completamente il piano mobile per effettuare pulizie e manutenzione ordinarie e straordinarie. Tornando all’erogatore, tra le sue peculiarità, l’assenza della leva di azionamento per la fuoriuscita dei liquidi. Basta infatti toccare uno dei comandi touch posti al fianco del lavabo per attivare o disattivare l’acqua, nonché le sue temperature. A corredo non mancano dei sensori di sfioramento, presenti nella testa del rubinetto, per garantire una igiene profonda delle superfici in ogni circostanza.

🔴 FONTE: DDay.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here