Google Stadia: big G regala controller e Chromecast, ecco come ottenerli

0
128

Google Stadia è pronta a regalare controller e Chromecast ad alcuni utenti, nello specifico abbonati di YouTube Premium, per avvicinarli al mondo del gaming targato big G.

Quando parliamo di Google Stadia, parliamo di un servizio indubbiamente interessante ed innovativo, ma che per ora non ha ancora spaccato in due il mercato dei videogiochi come sperava l’azienda statunitense.

Il servizio, attivo da circa un anno, ha portato nelle case dei gamer di tutto il mondo la possibilità di giocare in streaming senza l’ausilio di un hardware capace di rimanere al passo con i tempi e, di conseguenza, fornendo un’alternativa economica al sempre più dispendioso mondo dei videogiochi. Basterà infatti abbonarsi al servizio ed ottenere così la possibilità di giocare in streaming.

POTREBBE INTERESSARTI –> Google Stadia torna su iPhone e iPad

Google corre ai ripari con questa offerta incredibile

Google Stadia regala Chromecast e Controller
Google Stadia (via stadia.google.com)

Ma come anticipato, almeno per ora, il servizio non sta portando i frutti sperati ed il colosso americano è pronto a correre ai ripari con un’iniziativa che farà felici i più. Secondo le numerose segnalazioni arrivate dagli abbonati a YouTube Premium, Google starebbe regalando sia il controller di Google Stadia che Chromecast Ultra, necessaria per poter usufruire del servizio sui televisori dotati di porta HDMI.

Nel particolare parliamo del pacchetto Google Stadia Funders Edition, dal valore complessivo di 100 euro e che contiene al suo interno il controller bianco ed una Chromecast Ultra. E, qualora il giocatore fosse in possesso di un pannello con risoluzione UHD ed un abbonamento a Stadia Pro, nonché una connessione ad alta velocità, sarà in grado di giocare con la massima risoluzione consentita dal servizio, ovvero il 4K.

Va però precisato che siamo di fronte ad un’offerta ormai terminata, poiché è stata rivolta solo ed esclusivamente agli abbonati di YouTube Premium entro e non oltre il 6 novembre 2020. Vogliamo però essere ottimisti e sperare che non si sia trattato di un’offerta una tantum, ma che in futuro potrebbe tornare. Noi ovviamente saremo qui pronti ad informarvi qualora big G decidesse di farlo.

POTREBBE INTERESSARTI –> Apple sfida Google sul suo campo: allo studio un motore di ricerca alternativo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here