Il nuovo regolamento europeo sui droni commentato da DJI: “Bene le nuove norme”

0
324
Droni di DJI (Dji.com)

Nel giro di un paio di settimane, precisamente dal 31 dicembre 2020, entrerà in vigore il nuovo regolamento europeo sui droni. Le nuove norme sono state pubblicate con sei mesi di ritardo, visto che inizialmente erano previste per il primo luglio, e una volta ufficializzate, DJI, uno dei marchi più importanti per quanto riguarda il mercato, ha diramato un comunicato sul proprio sito, cercando di incoraggiare i propri clienti a sottostare appunto al nuovo regolamento europeo sui droni, applicato ovviamente, fra esattamente 18 giorni, anche nel nostro paese. DJI ha commentato con favore la nuova normativa, soprattutto per quanto riguarda la regola che permette ad una persona proprietaria di un drone di poter utilizzare il proprio velivolo in altri paesi dell’Unione Europea, senza doversi quindi preoccupare in merito a quali siano le normi vigenti in quello specifico paese. “Accogliamo con favore il nuovo regolamento sui droni dell’UE – ha commentato Christian Struwe, Director of Public Policy per DJI EMA – dal momento che semplifica i diversi processi e consente ai clienti DJI di viaggiare da un paese all’altro senza doversi preoccupare di regole differenti in diverse località straniere”.

Droni di DJI (Dji.com)

LEGGI ANCHE DJI Mini 2, il nuovo drone ufficialmente in vendita anche in Italia

NUOVO REGOLAMENTO EUROPEO SUI DRONI, DJI FA CHIAREZZA

Trovare un equilibrio – ha proseguito il manager di DJI a commento del nuovo regolamento europeo sui droni – tra la necessità di armonizzare la regolamentazione per un uso sicuro della tecnologia dei droni e consentire ai nostri clienti di beneficiare liberamente del suo crescente potenziale è sempre stato di cruciale importanza per DJI in Europa”. Nel nuovo regolamento vengono individuate tre diverse categorie di rischio, leggasi alto, medio e basso, e di conseguenza vengono richiesti diversi requisiti ai vari produttori. La categoria meno rischiosa è denominata Open e sarà marcata CE, inoltre vi saranno anche nuove etichette identificative che definiranno quali saranno le tipologie che potranno volare, e soprattutto se nell’ambiente A1, sopra le persone, nell’A2, vicino alle persone, o infine A3, lontano dalle persone. DJI ha fatto sapere che ai droni privi di etichetta di classe CE, sarà consentito volare fino al primo gennaio 2023 facendo riferimento alla categoria Open di cui sopra, mentre, dal primo gennaio 2023 in avanti, gli stessi si potranno usare solo seguendo le normative A1 (se di peso inferiore ai 250 grammi) e A3 (se di peso compreso fra i 250 g e 25 chili).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here