Il vaccino Covid-19 monodose di Johnson & Johnson potrebbe essere la svolta

0
612

È in programma un terzo tipo di vaccino Covid: un monodose realizzato da Johnson & Johnson. Arrivano i primi dati della sperimentazione.

Vaccino Johnson & Johnson
Vaccino Johnson & Johnson

Informazioni rilasciate a The Print direttamente da un collaboratore di Bloomberg Opinion, Sam Fazeli, danno molte delucidazioni sulla sperimentazione del nuovo farmaco di Johnson & Johnson. Anche se i test sono solo alla fase iniziale, il prodotto sembra stia dando buoni effetti.

Già nel mese di settembre c’è stata la pubblicazione dei primi risultati che, naturalmente, non riguardano l’efficacia. Ma, Fazeli afferma che, da lì, sono stati fatti notevoli progressi. In un clima in cui sono tante le domande sui farmaci Pfizer-BioNTech e Moderna, questo terzo tipo porterà, di certo, ulteriori dubbi ma anche molte speranze.

In effetti, giorno dopo giorno, la ricerca fa moltissimi passi avanti. Ciò significa che più informazioni avranno le industrie farmaceutiche, più saranno alte le possibilità di efficacia del vaccino contro il Coronavirus.

POTREBBE INTERESSARTI –> Digitale terrestre: tutto pronto al primo passaggio tecnologico. Le verifiche sui dispositivi di casa nostra

I primi dati sul vaccino Covid Johnson & Johnson

Vaccino Covid-19
Vaccino Covid-19 Foto di cottonbro da Pexels

Rispetto ai suoi predecessori, il Johnson & Johnson prevede la somministrazione in un’unica dose. Gli attuali risultati della sperimentazioni non sono esaurienti ma dicono tanto sulla risposta immunitaria. La reazione con monodose sembra equivalente alle due dosi del Pfizer-BioNTech e del Moderna. Anche se, come spiega Fazeli, sono stati usati metodi diversi per misurare i livelli di anticorpi, quindi non sono direttamente comparabili.

Tuttavia, ciò che è interessante è la risposta anticorpale, che è migliorata dopo 71 giorni dalla somministrazione. Inoltre, l’effetto nei 65enni è stato lo stesso avuto nei giovani. Il tipo di tecnologia utilizzato per questa sperimentazione è il “viral-vector”, attraverso il quale la proteina “spike” può rilevare il materiale genetico del virus e migliorare la risposta del sistema immunitario.

POTREBBE INTERESSARTI –> Cyber attacco all’Ema, i documenti sul vaccino sono stati manipolati

Ultimata la fase III della sperimentazione, bisognerà attendere le approvazioni e le certificazioni di tutti gli enti preposti ai controlli dei farmaci e, in particolare, del vaccino anti-Covid.

Sperimentazione vaccino Covid
Sperimentazione vaccino Covid Foto di Polina Tankilevitch da Pexels

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here