Uber acquista Drizly per 1 miliardo di dollari: alcol a domicilio

0
168

Investimento imponente, da più di un miliardo di euro da parte di Uber: la multinazionale della mobilità e del food delivery ha infatti deciso di acquisire l’azienda Drizly, pagandola ben 1.1 miliardi di dollari.

Uber acquista Drizly (Foto Cnn)
Uber investe in Drizly (Foto Cnn)

Per chi non la conoscesse, si tratta di una startup che è specializzata nella consegna di alcolici, quindi birra, vino e cocktail, ovviamente a domicilio. Si espande ulteriormente Uber, che dopo il classico servizio “taxi” e “Eats”, aggiunge al proprio portafoglio anche una delle aziende leader nella consegna di bevande. Una storia decisamente curiosa quella di Drizly, che nacque quasi per caso nel 2012, quando uno dei suoi fondatori scrisse ad un amico “Perché non è ancora possibile farsi consegnare l’alcol a domicilio?”. L’app di Drizly rimarrà stand-alone, ma nel contempo i suoi servizi verranno integrati in Uber Eats.

UBER ACQUISTA DRIZLY: I COMMENTI DELLE DUE AZIENDE

LEGGI ANCHE Cashback di stato con Amazon? Certo che si può, ecco come fare

L’applicazione di consegna di bevande alcoliche è decisamente popolare negli Stati Uniti, grazie ad una partnership con bar ed enoteche dislocati in ben 1.400 città, ed inoltre, è facilmente intuibile: si seleziona cosa si vuole acquistare, e in questo caso bere, si aggiunge al carrello, si paga, e si procede con l’ordine. “Ovunque tu voglia andare e qualunque cosa tu abbia bisogno di ottenere – le parole di Dara Khosrowshahi, CEO di Uber – il nostro obiettivo in Uber è rendere la vita delle persone un po’ più facile. Ecco perché ci siamo ramificati in nuove categorie come la spesa a domicilio, i farmaci e ora anche l’alcol. Cory (Cory Rellas ndr, fondatore di Drizly) e il suo fantastico team hanno trasformato Drizly in un’incredibile storia di successo, aumentando in modo redditizio le prenotazioni di oltre il 300% anno su anno. Portando Drizly nella famiglia Uber, possiamo accelerare quella traiettoria esponendo Drizly al pubblico di Uber ed espandendo la sua presenza geografica nella nostra impronta globale negli anni a venire”.

LEGGI ANCHE PornHub chiederà il riconoscimento facciale per chi carica video

“Drizly ha trascorso gli ultimi 8 anni – ha invece spiegato Cory Rellas, co-fondatore e CEO di Drizly – a costruire l’infrastruttura, la tecnologia e le partnership per offrire ai consumatori un’esperienza di acquisto che meritano. È un giorno orgoglioso per il team Drizly perché riconosciamo ciò che abbiamo realizzato fino ad oggi, ma anche con l’umiltà che c’è ancora molto da fare per realizzare la nostra visione. Con questo in mente, siamo entusiasti di entrare a far parte di un team come Uber di livello mondiale e la cui piattaforma accelererà Drizly nella sua missione di essere presente quando conta, impegnata nei momenti della vita e delle persone”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here