Digitale terrestre e switch off: altri tre canali spariscono dall’elenco

0
528

Prosegue inesorabile lo switch off del digitale terrestre, con lo spegnimento dei vari canali che non rientrano più negli standard d’ultima generazione.

Digitale terrestre (Foto Corriere.it)
Digitale terrestre e switch off (Foto Corriere.it)

L’elenco è stato aggiornato nel fine settimana scorsa, quando sono spariti dalla tv i canali 225, 249 e 270, tutte “copie” di Tele Shopping trasmessi nel Lazio sotto il nome di 225 TV, 249 TV e Tv Uno: da qualche giorno non ci sono più. Altri spegnimenti hanno invece riguardato le regioni Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, dove è stato inserito Premio Live al numero 410 in modalità H.264 nel Mux Studio 1. Novità quindi non eclatanti e che interessano marginalmente i telespettatori, ma è vero anche che di qui a poco assisteremo allo switch off definitivo del digitale terrestre che si completerà nel giro di circa un anno e mezzo, entro il 31 giugno del 2022. Entro quella data si completeranno quindi i lavori per il passaggio al segnale DVB T2, il nuovo standard che permetterà di vedere i canali sul digitale terrestre in altissima definizione.

Digitale terrestre, via altri 3 canali (Foto Corriere.it)
Via altri 3 canali dal digitale terrestre (Foto Corriere.it)

DIGITALE TERRESTRE E SWITCH OFF: IL TEST PER CONTROLLARE LA TV

POTREBBE INTERESSARTI -> Digitale Terrestre: HELP interferenze. Come risolvere il problema ricezione

Per verificare se il vostro televisore riuscirà a leggere il nuovo formato video, dovrete semplicemente posizionarvi al numero 100 o 200, dove è disponibile una sorta di test: se sarà riuscito non dovrete far altro che continuare a guardare la televisione con il vostro apparecchio, in caso contrario, invece, le notizie non saranno buone. Sarete infatti costretti a cambiare tv o eventualmente ad acquistare un digitale adeguato ai nuovi standard.

POTREBBE INTERESSARTI -> Digitale terrestre, come scegliere l’antenna più adatta?

Il governo sta venendo incontro ai cittadini attraverso un “bonus tv”, un piccolo incentivo di 50 euro detratto appunto dall’acquisto di una nuova televisione o di un nuovo decoder. L’acquisto sarà valevole presso i centri aderenti l’iniziativa promossa dal Ministero dello sviluppo economico, di conseguenza, qualora voleste sfruttare il bonus, vi consigliamo di chiedere prima lumi al rivenditore. Tutti coloro che hanno acquistato un televisore dal primo gennaio del 2017 dovrebbero comunque essere a posto, in quanto si tratta di televisioni già “aggiornate”, ma per sicurezza vi conviene fare il test di cui sopra. Comunque non disperatevi anche se “l’esame” fosse negativo, visto che avrete ancora diversi mesi prima di essere costretti a cambiare tv.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here