Tesla, i veicoli elettrici sono una missione: la novità sui Truck

0
227

Un futuro, più o meno prossimo, a zero emissioni. Cina e Giappone hanno scommesso sulle navi petroliere, per Tesla è una “missione” essere specializzata nella produzione di auto elettriche, pannelli fotovoltaici e sistemi di stoccaggio energetico. L’obiettivo dell’azienda è la produzione di veicoli elettrici ad alte prestazioni orientati al mercato di massa. Fra questi anche un camion elettrico con una batteria da 500 kWh.

Tesla (Adobe Stock)
Tesla (Adobe Stock)

Ufficiale il truck elettrico da 800 km di autonomia. Ufficiale anche il nuovo sviluppo del Tesla Semi, l’atteso camion elettrico presentato nel 2017. Tre anni fa l’idea di proporlo in due varianti: una con 300 miglia (482 Km) di autonomia, l’altra con 500 miglia (804 Km) di percorrenza.

Tesla, Elon Musk e un accumulatore più piccolo del previsto

Accumulatore elettrico (Adobe Stock)
Accumulatore elettrico (Adobe Stock)

Durante un’intervista con Joe Rogan, Elon Musk stupisce ancora: “Considerando che Model S e Model X hanno una batteria da 100 kWh, su un mezzo come il Semi una batteria da 500 kWh non rappresenta un handicap in termini di peso”.

LEGGI ANCHE >>> Redmi Note 10 e la data d’uscita: ora è ufficiale

Accumulatore più piccolo del previsto, dunque, per Tesla Semi, migliorato rispetto alla sua versione iniziale, soprattutto dal punto di vista dell’efficienza.

LEGGI ANCHE >>> IPTV e streaming illegale Liga: chiusi 5 siti web da milioni di visite

A contribuire a questo risultato, probabilmente, l’utilizzo di pacchi batteria strutturali, con le nuove celle 4680. Questo, naturalmente, per la versione con autonomia da circa 500 km, mentre per la sua variante ancora non sono spuntati fuori indizi attendibili.

Di certo si sa che Tesla Semi verrà costruito nella fabbrica di Austin in Texas, ma in un secondo tempo arriverà anche da linee allestite nella Gigafactory Nevada, dove proprio le celle 4680 saranno assemblate.

Già, le celle 4680 sviluppate da Panasonic per ora costituiscono un rallentamento a Tesla Semi che sarebbe pronto ad entrare in produzione, al netto della poca disponibilità di celle 4680.

Se i tempi stabiliti dovessero essere rispettati, comunque, le primissime consegne del Tesla semi inizieranno verso la fine dell’anno. La produzione dovrebbe arrivare a regime nel corso del 2022.

Tesla Semi avrà quattro motori indipendenti, che richiedono un minor costo energetico per miglio, pur fornire la massima potenza e accelerazione. Lo scorso 9 marzo 2020 Tesla ha raggiunto il traguardo di un milione di auto elettriche prodotte, prima fra tutte le case automobilistiche. Ma Elon Musk non si accontenta. E continua a stupire.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here