Tim blocca in automatico i servizi a sovrapprezzo dei suoi clienti

0
134

L’azienda telefonica Tim sta inviando degli sms informativi ai propri clienti, segnalando loro il blocco in automatico e imminente dei Vas, i servizi a sovrapprezzo. Un provvedimento che giunge a circa quattro mesi di distanza dal precedente blocco del 25 novembre 2020 alle nuove SIM card, che prevedeva il cosiddetto barring, ovvero, il blocco dei servizi a pagamento.

Tim, il logo ufficiale
Tim blocca in automatico i servizi a sovrapprezzo dei suoi clienti

L’invio degli sms è scattato dalla giornata di ieri, lunedì 22 marzo, e una volta ricevuto il messaggio, entro i 30 giorni successivi scatterà il blocco dei servizi premium. Nel messaggio si legge: “Gentile Cliente, TIM è sempre attenta alla tua sicurezza e, per proteggerti da addebiti per servizi premium indesiderati, abiliterà tra 30 giorni gratuitamente sulla tua linea il blocco automatico di questi servizi, in attuazione a quanto previsto dalla delibera AGCOM n. 10/21/con. Il blocco impedirà l’attivazione dei servizi Premium e quelli già attivi verranno disattivati automaticamente. Se non vuoi che venga abilitato il blocco rispondi a questo SMS scrivendo “NON ACCONSENTO”. Per info, vai su https://www.tim.it/assistenza/costi-e-pagamenti/servizi-premium. Le misure sono disposte da TIM (e da altri operatori, ved. ad esempio WindTre)”.

Tim, il logo
Tim, il logo ufficiale dell’azienda

TIM, BLOCCO SERVIZI A SOVRAPPREZZO: QUALI SONO I SERVIZI ESCLUSI

POTREBBE INTERESSARTIWindTre, servizi a valore aggiunto disattivati a breve: la data

L’azienda Tim interviene quindi a seguito dei provvedimenti dell’Agcom in merito appunto al blocco e all’attivazione dei servizi premium, che prevedono che un cliente acconsenti all’utilizzo dei servizio in questione come condizione essenziale. Qualora un cliente di Tim non volesse vedere i propri servizi premium bloccati, a quel punto dovrà manifestare la propria volontà inviando un Sms “non acconsento”, di modo che il blocco verrà rimosso e potrà continuare ad utilizzare i Vas.

POTREBBE INTERESSARTIAgenzie delle Entrate, si cambia: i tre modi per accedere ai servizi telematici

L’azienda telefonica italiana precisa comunque che nei servizi che verranno bloccati in automatico non rientrano quelli offerti sia dalla stessa Tim che da terzi, che prevedano una registrazione e un accesso tramite login con utente e password. Ad esempio TIM Vision o TIM Music, ma anche i pagamenti effettuati su Google Play o Apple Store con il proprio credito telefonico. Sono inoltre esclusi dal blocco i seguenti servizi forniti via sms: televoto, donazioni solidali, donazioni a partiti politici, servizi bancari, mobile ticketing per trasporto pubblico e parcheggi, servizi postali privati e quelli rientranti nel servizio universale postale, servizi di recapito certificato e servizi di posta elettronica certificata. Per maggiori informazioni potete visitare il sito Tim all’indirizzo che trovate più sopra.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here