Disney, guerra alla pirateria: il nuovo alleato è la blockchain

0
148

E’ il principale produttore di contenuti, in prima fila nella battaglia campale contro la pirateria. Disney ha aggiunto al proprio arsenale un nuovo brevetto, con un sistema di distribuzione basato su blockchain, proverà a limitare al massimo il proliferare dei film online, distribuiti per le sale cinematografiche.

Disney (Adobe Stock)
Disney (Adobe Stock)

La tecnologia Blockchain si basa su un registro distribuito, che può essere letto e modificato da più nodi di una rete. Per validare le modifiche da effettuare al registro, in assenza di un ente centrale, i nodi devono raggiungere il consenso. Le modalità con cui si raggiunge il consenso e la struttura del registro sono alcune delle caratteristiche che connotano le diverse tecnologie Distributed Ledger.

E su questo terreno che uno dei marchi più conosciuti al mondo, proprietario di un’impressionante collezione di film e programmi TV, vuole continuare la sua personalissima battaglia contro la pirateria.

Il brevetto di Disney: “Configurazione Blockchain per la consegna sicura di contenuti”

Blockchain (Adobe Stock)
Blockchain (Adobe Stock)

Disney ha contribuito in maniera determinante a eliminare dozzine di siti e servizi di pirateria. Tuttavia, il gigante dei media sta anche cercando di essere più proattivo. Da qui lo sviluppo della “Configurazione Blockchain per la consegna sicura di contenuti“.

LEGGI ANCHE >>> 100 milioni di euro è la cifra che Google deve all’Italia

Il brevetto si concentra sulla distribuzione di contenuti per le sale cinematografiche. Un processo vulnerabile in cui i pirati con le giuste connessioni possono fare copie sia durante sia dopo la consegna. Esistono già diversi meccanismi di sicurezza per limitare la pirateria. I cinema devono rispettare regole rigide, i film sono tutti dotati di filigrana. Ma la Disney è convinta che tutte queste norme non bastino per fermare i pirati.

LEGGI ANCHE >>> Signore degli Anelli, budget incredibile per la serie tv: “Ecco perchè”

I meccanismi di sicurezza sono spesso reattivi piuttosto che preventivi – spiega la multinazionale californiana – le configurazioni della filigrana inseriscono una filigrana nel contenuto per tenere traccia della pirateria solo dopo che la pirateria stessa si è già verificata. Di conseguenza, le configurazioni attuali non sono completamente adeguate”.

Disney, invece, sostiene che solo implementando un sistema sicuro basato su blockchain, il processo di distribuzione può essere controllato più strettamente. “In contrasto con le configurazioni precedenti, la configurazione blockchain verifica che il contenuto sia ricevuto nella destinazione prevista prima di consentire la riproduzione del contenuto in quella destinazione“. Il brevetto e la scommessa blockchain di Disney partono da qui.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here