Google Foto non è più gratis da oggi: cosa fare e le alternative

0
265

Finisce ufficialmente oggi lo spazio gratis di Google Foto, fra i servizi senza dubbio più popolari e nel contempo apprezzati vista la possibilità di archiviare in maniera illimitata sia le nostro foto quanto i nostri video.

Google Foto gratis in archivio (Foto Google.com)
Google Foto gratis in archivio: tutti i dettagli (Foto Google.com)

Un servizio che è sempre stato in vantaggio rispetto ai concorrenti più noti, dal OneDrive di Microsoft a Photos di Amazon, passando per Dropbox e via discorrendo, peccato però che da oggi il “paradiso” sia di fatto finito. Coloro che hanno potuto e che sapevano della scadenza hanno sfruttato la doppia opzione concessa da Big G, leggasi un archiviazione illimitata delle proprie foto e dei propri video in alta qualità, con una compressione comunque molto leggera, oppure, un’archiviazione in qualità originale, quindi senza compressione, ma solo fino a 15 gigabyte, e assolutamente gratuita.

Google Foto non è più gratuito (Foto Google.com)
Google Foto non è più gratuito: le alternative (Foto Google.com)

GOOGLE FOTO NON E’ PIU’ GRATIS: ECCO QUATTRO SERVIZI ALTERNATIVI

POTREBBE INTERESSARTIGoogle, sempre più difficili le impostazioni della privacy su Android. J’accuse antitrust

Da oggi, invece, tale opzione non sarà possibile, e l’utente potrà sfruttare solo i 15 gigabyte gratuiti a disposizione, decidendo quindi se mantenere il formato originale delle proprie foto, ma magari cancellando qualcosa, oppure, cercare di comprimere il più possibile i propri file fotografici/video, nella speranza di rientrare nel limite di storage di cui sopra. In caso contrario bisognerà sottoscrivere uno dei piani di abbonamento a Google One, che ovviamente saranno a pagamento e non più gratuiti.

POTREBBE INTERESSARTI Google spaventa Amazon e (forse) eBay: ultime novità in arrivo per l’e-commerce

La cosa importante, va ricordato, è che tutto ciò di cui avete fatto il backup fino a ieri non viene conteggiato nello spazio di archiviazione, come fatto sapere appunto da Big G: “i video e le foto in alta qualità di cui è stato effettuato il backup prima del 1° giugno 2021 non verranno conteggiati ai fini del calcolo dello spazio di archiviazione dell’Account Google”. Diverso invece ciò che accadrà da oggi, visto che tutto quello che avete iniziato a caricare dalle 00:01 di questo primo giugno 2021, concorrerà appunto ad occupare spazio. Come abbiamo spiegato in apertura vi sono comunque delle valide alternative, a cominciare da Amazon Photos, gratuito per tutti i clienti Amazon Prime, e servizio che forse molti di voi, anche gli stessi clienti Prime, non conoscevano. Interessante anche OneDrive di Microsoft che offre un terabyte di spazio a tutti gli abbonati a 365, o in alternativa 100 giga a 2 euro al mese. Se volete sfruttare la versione gratuita, dovrete limitarvi invece a 5 giga. Apple Foto costa invece 0.99 euro per 50 giga, fino a 9.99 per due tera, infine ricordiamo Dropbox, che offre gratis solo due GB, ma che con 9.99 euro permette di ottenere due TB.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here