Cannabis gratis a chi si vaccina, l’idea rivoluzionaria di un Weed Shop

0
292

Cannabis gratis a chi si vaccina? È l’idea di un Weed Shop in Washington, negli Stati Uniti, dove si incentiva la campagna vaccinale a suon di “canne”. 

Cannabis gratis a chi si vaccina
Cannabis gratis a chi si vaccina (fonte pixabay.com)

Se è un sogno non svegliatemi“. Devono aver pensato questo i tanti che, affacciandosi in uno dei rivenditori di cannabis a Washington, hanno scoperto che sarà possibile ricevere una dose di “joint” in cambio del vaccino. L’approvazione, fa sapere il Washington State Liquor and Cannabis Board, è arrivata dal governo locale per i rivenditori. Un’offerta che è disponibile per tutti coloro i quali hanno compiuto 21 anni e solo fino al 12 luglio.

POTREBBE INTERESSARTI –> Cannabis, un potente antidolorifico da… sballo

Così si incentiva la campagna vaccinale, tra cannabis e birre gratis

L’iniziativa nasce dai rivenditori stessi, i quali, rivolgendosi al governo locale, hanno chiesto apertamente di poter offrire erba gratuitamente ai clienti. Un regalo a fronte dell’avvenuta vaccinazione all’interno dei numerosi Weed Shop. Quindi non basterà vaccinarsi in un centro qualsiasi e recarsi in un negozio con il pass, ma si dovrà effettuare il vaccino in loco, nel negozio adibito per l’iniezione contro COVID-19.

Per ora non tutti i negozi di erba nello stato di Washington parteciperanno ma, come fa sapere il quotidiano, almeno in tre hanno richiesto espressamente l’approvazione. Si tratta dell’ultima di una serie di iniziative che puntano ad alimentare la campagna vaccinale tra la popolazione degli Stati Uniti, e convincere anche i più scettici. Alcuni bar, sempre nello stato di Washington, offrono una birra gratis a chiunque sia stato vaccinato. E come non menzionare la famosa lotteria che mette in palio 1 milione di dollari, lanciata nell’Ohio lo scorso mese?

POTREBBE INTERESSARTI –> Covid-19, terreno fertile per il gioco d’azzardo

I rivenditori saranno chiamati ad offrire una singola canna e nessun altro prodotto come parte di questa sorta di “indennità”. A riferirlo il consiglio statale per la cannabis, in una dichiarazione di lunedì volta a delineare le regole. Si tratta pur sempre di una sostanza illegale a livello federale nonostante in 15 stati, tra cui Washington DC, sia stata completamente legalizzata per l’uso ricreativo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here