WhatsApp, come controllare foto e video di nascosto

0
548

Sono tanti i trucchi di WhatsApp e oggi vi vogliamo spiegare in particolare come poter visualizzare foto e video, senza dover aprire direttamente l’applicazione. A prima vista potrebbe sembrare un passaggio inutile ma in realtà l’azione può essere intrapresa quando non si vuole far sapere a chi ci ha spedito il file in questione, che lo abbiamo appunto visualizzato.

WhatsApp, come vedere foto e video senza entrare nell'app (Foto Wired)
WhatsApp, come vedere foto e video senza entrare nell’app: i dettagli (Foto Wired)

Come scrivono su Esquire.com, WhatsApp è una sorta di nostra seconda casa, è l’app di messaggistica più scaricata al mondo, di conseguenza, è giusto carpirne ogni segreto e ogni possibilità offerta. Obiettivo, come accennato sopra, è appunto quello di bypassare le famose “spunte blu”, la conferma che abbiamo visualizzato un determinato messaggio, evitando così un eventuale pressing dell’utente che attende una nostra risposta celere. Se voleste quindi vedere una foto, visualizzare un filmato o ascoltare un file audio senza che il mittente se ne accorga, esiste un semplice trucco che permette di non entrare nell’applicazione senza che quindi appariamo online. Come ricorda Esquire, ogni dispositivo mobile Android, memorizza al suo interno tutti i file che ci vengono mandati dai nostri contatti su WhatsApp, quindi non soltanto “oggetti” multimediali ma anche documenti, pdf e via discorrendo.

WhatsApp, così si vedono foto e video senza accedere all'app (Foto Fastweb)
WhatsApp, così si vedono foto e video senza accedere all’app: i dettagli (Foto Fastweb)

WHATSAPP, VEDERE FOTO E VIDEO SENZA ACCEDERE ALL’APP: ECCO LA GUIDA

POTREBBE INTERESSARTIWhatsApp, rivoluzione per il codice verifica: ecco cosa sta accadendo

Bisogna solamente accedere alla cartella dove tutti i file vengono salvati, e il gioco è fatto. L’unico reale problema in tutto ciò, è che questo “cestino” dove finisce di tutto e di più varia a seconda dello smartphone che stiamo utilizzando, di conseguenza ogni utente dovrà compiere un percorso personale. Ad esempio, prendendo in considerazione il Samsung Galaxy S20, bisognerà accedere alle impostazioni, quindi volare nella sezione Archiviazione, e cliccare su File. In quel punto si troverà la cartella com.whatsapp che contiene appunto tutto quello che ci viene inviato tramite l’app di messaggistica di Zuckerberg.

POTREBBE INTERESSARTI WhatsApp, c’è un trucco per ascoltare i messaggi senza visualizzarli

Nel caso in cui la cartella dedicata del vostro smartphone non si trovi in quel percorsa, la si può cercare attraverso la funzione Trova. Intanto, a proposito di WhatsApp, stando ad alcune indiscrezioni circolanti in rete sembra che la società sia al lavoro per introdurre la crittografia end-to-end sui backup memorizzati su Google Drive, un modo per rendere sicuri appunto i nostri archivi online, evitando così che malintenzionati possano accedervi, così come già capitato spesso e volentieri in passato. Non si tratta di una novità eclatante in quanto è da tempo che si parla di tale possibilità, e non è da escludere che a breve venga definitivamente implementata anche se al momento non vi è alcuna data certa circa il suo rilascio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here