Uno smartphone grande come una carta di credito? Il sorprendente cellulare completo di tutto e con il 4G batte ogni record

0
262

Lo smartphone 4G più piccolo al mondo ha le dimensioni quasi irreali. Sarà uno dei protagonisti della stagione in arrivo.

Mint
Mint è lo smartphone più piccolo del mondo (by Adobestock)

Il nuovo smarphone Mint, fabbricato dall’azienda cinese Mony che produce prodotti originali, è stato lanciato pochi giorni fa su Indiegogo. L’OEM afferma con spavalderia che può fare tutto e c’è da credergli, ciò che colpisce però sono le sue dimensioni: è il più piccolo al mondo, con le misure più o meno simili a quelle di una carta di credito ed un peso di soli 75 grammi.

L’avveniristico display da tre pollici si configura come la soluzione ideale per chi ama i cellulari compatti e tascabili: Mint si appresta a battere ogni record di portatilità, in un epoca in cui lo smartphone è forse il primo oggetto a portata di mano quotidiana per ogni categoria di persone. Oggi sono in miliardi a farne uso in ogni angolo del pianeta, per questo Mony ha deciso di venire incontro alle loro esigenze con un prodotto futuribile e pieno di innovazioni.

Lo smartphone Mint prodotto da mony è il più piccolo al mondo: ecco tutte le sue caratteristiche base

Mint
Mint ha le dimensioni di una carta di credito (by Adobestock)

La scelta fatta da Mony con Mint è una mossa affascinante che probabilmente sovvertirà il mercato. Dispositivi di simili dimensioni difatti non si erano proprio mai visti in precedenza, ma potrebbe essere la soluzione più comoda per tutti coloro che intendono sfruttare il minimo spazio e  consumare solamente l’indispensabile.

FORSE TI INTERESSA ANCHE>>> Samsung Z Flip 3 e Z Fold 3 ora hanno una funzione dedicata su WhatsApp che potrebbe convincervi a cambiare smartphone

89,5 x 45,5 x 11,5 millimetri: l’ingombro procurato dal telefonino 4G è davvero effimero, soprattutto se sommato ad un peso di soli 75 grammi. La risoluzione dello schermo, altra caratteristica da tenere d’occhio, è di 854 x 480 pixel, e sfrutta un microchip implementato da MediaTek a 28 nm. Occhio poi alla doppia fotocamera con obiettivo posteriore da 5 megapixel, mentre la selfie camera ne sfrutta 2 MP.

LEGGI ANCHE QUI>>> Sony registra Lythia, un brevetto per semiconduttori e smartphone next gen

Insomma, i dati lasciano ben sperare: lo smarphone di Mony si candida ad essere uno dei protagonisti sicuri sul mercato, con porta USB per la ricarica, bluetooth e gps integrato. Il costo? Da non credere, solo 84 euro, a questi prezzi scommettiamo che sbaraglierà la concorrenza. Oggi che la tecnologia sta allargando sempre più gli schermi in favore di dispositivi pieghevoli, quella dell’azienda cinese è una sfida in controtendenza che appare già vinta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here