Perseverance e il campione di roccia smarrito: risolto il mistero su Marte

0
312

Il rover Perseverance ha lavorato a dovere. Questa la conclusione degli esperti della missione su Marte, per la raccolta di campioni di terreno, rispetto al carotaggio durante il quale si sarebbe “smarrito” un campione di roccia.

Perseverance (Adobe Stock)
Perseverance (Adobe Stock)

Il campione in questione invece, pare si sia letteralmente polverizzato durante la raccolta da parte del sistema di carotaggio di Perseverance, producendo una sabbia così fine da non lasciare tracce nel tubo di raccolta.

Perseverance funziona a dovere, ora si cambia regione

Marte (Adobe Stock)
Marte (Adobe Stock)

Ma andiamo con ordine: nei giorni scorsi Perseverance si apprestava ad effettuare la prima perforazione delle rocce di Marte per raccogliere campioni da esaminare. Il campione, purtroppo, si è come volatilizzato. Questa la prima ipotesi, che Perseverance avesse “perso” il suo primo campione.

I dati rilevati invece da JPL e pubblicati sul sito ufficiale della missione hanno rilevato che il campione prelevato non fosse adatto ai prelevamenti che il rover si sta apprestando a fare su varie parti della superficie marziana, avendo una consistenza che lo ha fatto letteralmente disintegrare durante la fase di raccolta della “carota”.

I detriti “rilasciati” dal campione nel tubo di raccolta per il carotaggio, non hanno purtroppo lasciato porzioni abbastanza interessanti e consistenti per poter essere raccolte e studiate, pertanto ecco svelato il motivo della “perdita”: Perseverance ha fatto tutto nel migliore dei modi, ma è il pezzo di roccia che non si è rivelato adatto.

Adesso, il rover cambierà zona di carotaggio, dal momento che la porzione di pianeta che è stata studiata finora si è rivelata poco adatta. Perseverance, dopo i sopralluoghi di Ingenuity, il piccolo elicottero che lo accompagna nelle ricognizioni, si sposterà ora verso la regione di Seitah, alla ricerca di campioni più utili allo studio.

La missione NASA denominata Mars 2020 di cui è protagonista Perseverance è stata lanciata lo scorso anno il 30 luglio, con arrivo sulla superficie di Marte il 18 febbraio di quest’anno. Il lancio è avvenuto sulla Terra a Cape Canaveral mentre il sito di atterraggio su Marte è stato il cratere di Jezero.

Perseverance è un rover sperimentale progettato appositamente per il carotaggio della superficie marziana: la raccolta di campioni di roccia dovrebbe, nelle intenzioni, ricercare (e possibilmente svelare) l’esistenza di antichi e secchi corsi d’acqua, per dimostrare la possibilità di vita microbica sul Pianeta Rosso.

LEGGI ANCHE >>> Il rover Perseverance ha estratto il primo campione di rocce di Marte che poi svanisce nel nulla: NASA incredula

Perseverance è coadiuvato nella sua missione di carotaggio da Ingenuity, l’elicottero Mars Helicopter Scout costruito dalla JPL, Jet Propulsion Laboratory. Ingenuity si occupa di effettuare delle ricognizioni aeree lungo la superficie di Marte per coadiuvare il lavoro del rover.

LEGGI ANCHE >>> Sai già come avere lo Spid? Qual è il provider più veloce e conveniente?

E’ dei giorni scorsi la notizia, una piccola curiosità, che Ingenuity riceverà un premio dell’Aviation Week Laureates, una cerimonia che può essere considerata come i premi Oscar dell’aerospazio che avverrà il prossimo 18 ottobre in Virginia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here