Fibra ottica senza fibra, per il progetto Taara di Google

0
365

Come la fibra, ma senza i cavi. Google sta sviluppando un progetto che ha dato già degli ottimi risultati in termini di risparmio energetico, usando la luce per trasmettere informazioni a velocità super elevate, attraverso l’aria come un raggio invisibile molto stretto.

Google X, l'esperimento in Africa di Taara ha funzionato (Adobe Stock)
Google X, l’esperimento in Africa di Taara ha funzionato (Adobe Stock)

L’ultimo test di Taara, questo il nome dell’ambizioso progetto del colosso di Mountain View, è stato più che fruttifero, confermando la bontà dell’innovazione.

In venti giorni Big G è riuscito a collegare due punti attraverso il fiume Congo (da Brazzaville nella Repubblica del Congo e Kinshasa nella Repubblica Democratica del Congo), trasmettendo 700 TB di dati con il segnale wireless ottico. E, fattore da prendere in considerazione, risparmiando 400 metri di cavo.

I collegamenti Taara potrebbero risolvere tanti i problemi

Il team di Taara è ora concentrato sulla connettività a oltre 20 Gbps su distanze di oltre 20 km tra ciascun terminale (D-Day)
Il team di Taara è ora concentrato sulla connettività a oltre 20 Gbps su distanze di oltre 20 km tra ciascun terminale (D-Day)

L’inevitabile aumento dell’accesso a internet, previsto a breve-lungo periodo, richiederà per forza un’infrastruttura economica, affidabile e scalabile. Qualità che Google è convinto di trovare nel progetto Taara. Si prevede che il traffico Internet globale cresca del 24% annuo. Il cavo in fibra ottica sta dando grandi soddisfazioni e può sì supportare questa crescita della domanda, ma l’implementazione di un’ampia rete in fibra spesso ha una conseguenza non proprio ottimale, perché porta delle importanti complicazioni di distribuzione. La pianificazione e lo scavo di trincee per la posa delle linee, inoltre, può richiedere molto tempo e denaro. Un terreno non ottimale può rappresentare a volte un ostacolo insormontabile per l’utilizzo della fibra, con differenti enormi fra un paese e l’altro. Da qui l’alli-in su Taara.

LEGGI ANCHE >>> Ruark R3, per favore non chiamatela Radiosveglia, è un impianto completo ed incredibilmente raffinato

I collegamenti Taara potrebbero risolvere tANTI i problemi, nell’immediato futuro, in quanto offrono un modo conveniente e rapidamente implementabile per portare connettività ad alta velocità in aree remote. Per esempio. Aiutano a colmare le lacune critiche ai principali punti di accesso, come torri cellulari e hotspot WiFi, hanno il potenziale per aiutare migliaia di persone ad accedere ai vantaggi educativi, aziendali e di comunicazione del web. Con tutto ciò che ne consegue, risparmio di cavi e maggiore velocità. Con una visuale libera, la tecnologia di comunicazione ottica wireless può trasmettere dati ad alte velocità fino a 20 Gbps, solo un collegamento coprire distanze fino a 20 km ed essere utilizzato per estendere le reti in fibra. Trasmissioni di dati in linea di vista a lungo raggio a oltre 20 km, High-throughput per supportare una velocità di trasmissione dati di 10-100s Gbps, una connettività su tutti i terreni: vantaggi che Google sta provando con Taara, con risultati più che soddisfacenti.

LEGGI ANCHE >>> Google toglie i veli e svela i dettagli del suo nuovo Pixel 6 Pro: potenza allo stato puro

Il team di Taara è ora concentrato sulla fornitura di connettività a oltre 20 Gbps su distanze di oltre 20 km tra ciascun terminale, con il fine di rendere le unità veloci e facili da implementare per i partner: Telco, ISP o governi di tutto il mondo. L’esperimento riuscito in terra africana rappresenta l’implementazione delle reti estese e ad alta velocità necessarie per supportare il futuro del web. Come la fibra, sì. Ma senza cavi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here