La sonda BepiColombo ha avuto il primo contatto con Mercurio, molti gli esperimenti

0
224

Giungono notizie importanti dallo spazio e precisamente dalla sonda BepiColombo: nelle scorse ore è avvenuto il primo contatto con il pianeta Mercurio. Noi vi spieghiamo su queste pagine come è andata, i dettagli.

La sonda BepiColombo (Foto Asi)
La sonda BepiColombo ha raggiunto Mercurio (Foto Asi)

Ieri era un giorno molto importante per l’Esa, l’agenzia spaziale europea, e la Jaxa, i colleghi giapponesi, in quanto la sonda BepiColombo, realizzata come sottolineato dall’agenzia Ansa, con un grande contributo italiano, è entrata appunto in contatto con il pianeta Mercurio.

CONTATTO FRA LA SONDA BEPICOLOMBO E MERCURIO: TUTTI I DETTAGLI DELLA MISSIONE

POTREBBE INTERESSARTIMarte, nel decimo volo la sonda Ingenuity supera ogni record e non solo

L’incontro è avvenuto nella notte passata, precisamente alle ore 1:34 italiane del 2 ottobre 2021, e la stessa sonda è passata a circa 200 chilometri di distanza dal pianeta; si tratta di una data non casuale in quanto proprio in queste ore ricade il 101esimo anniversario della nascita del fisico e astronomo originario di Padova, Giuseppe Colombo, colui che, come si può facilmente intuire, ha ispirato il nome della stessa tecnologia spaziale e la relativa missione. Siamo quindi in attesa dell’arrivo delle prime immagini che dovrebbero giungere, quasi sicuramente straordinarie, in queste ore, intanto Valentina Galluzzi, geologa planetaria all’INAF Iaps di Roma, ha fatto sapere: «La comunità scientifica è in attesa delle informazioni che ci verranno dalla missione ESA/JAXA BepiColombo, partita alla volta di Mercurio nel 2018 per studiarne l’origine, l’evoluzione, il moto, analizzarne le caratteristiche planetologiche, individuare l’origine del campo magnetico e validare ancora una volta le previsioni della teoria della Relatività generale di Einstein».

POTREBBE INTERESSARTI Sonda InSight mette a nudo il cuore di Marte: ecco l’incredibile scoperta

La missione principale è prevista fra solo quattro anni, nel 2025, ma la sonda BepiColombo fornirà comunque un primo assaggio di ciò che ci aspetta. La sonda ha raggiunto il pianeta sconosciuto con una velocità di 54 chilometri al secondo rispetto al Sole, sorvolando la fascia di ombra, e le immagini sono state catturate solamente cinque minuti dopo che si è verificato l’incontro ravvicinato, cioè quando la sonda si troveva già a mille chilometri di distanza dallo stesso. A bordo vi sono tre telecamere, e due delle stesse hanno scattato delle foto dell’evento per ben quattro ore, di conseguenza gli ingegneri aerospaziali si attendono molto materiale, in particolare, scatti dei grandi crateri da impatto presenti sulla superficie di Mercurio. La sonda era stata lanciata quasi esattamente tre anni fa, precisamente il 20 ottobre del 2018, dal Centro spaziale di Kourou nella Guyana francese, e nella sua breve carriera ha già effettuato un sorvolo della Terra ad aprile 2020 e due di Venere, ad ottobre 2020 e successivamente ad agosto di quest’anno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here