Stadia cambia tutto e introduce una modifica vincente: ora per giocare non sarà obbligatorio il controller

0
164

Novità molto importante per quanto riguarda la console di videogiochi di casa Google, Stadia: da ora in avanti non sarà più obbligatorio il controller per poterla utilizzare, ecco tutti i dettagli.

Google Stadia, le novità
Google Stadia, le novità sul controller

Quando la console di cloud gaming di Big G è stata introdotta, in molti l’hanno accolta con estremo scetticismo e storcendo il naso, soprattutto i videogiocatori più puri, quelli che da sempre utilizzano le classiche console come Playstation, Nintendo e Xbox, Eppure Google, nonostante le critiche e le difficoltà di penetrare un settore che di fatto è spartito da soli tre attori, ha continuato dritto per la sua strada ed ha così proseguito nel supporto a Stadia proponendo di recente anche delle novità.

GOOGLE STADIA, LA NOVITA’: NON SERVIRA’ PIU’ IL JOYPAD UFFICIALE

POTREBBE INTERESSARTI Google Stadia in tribunale: class action dei consumatori per il 4K

“Il progetto Stadia ha subito quantomeno un ridimensionamento per Google – dice a riguardo il sito specializzato Everyeye – che però non sembra ancora pronta ad abbandonarlo del tutto. Anzi, da quando ormai sarebbe stato chiaro che la piattaforma non avrebbe impensierito i platform holder protagonisti delle ultime generazioni di console, pur un po’ sottotraccia, ha continuato ad aggiungere feature e a sviluppare il servizio, rendendolo ora quello che probabilmente avrebbe dovuto essere al lancio”. Si pensi ad esempio alla ricerca all’interno dello store, il supporto alla community, la possibilità di giocare tramite browser via Android e iOS, e l’integrazione con abbonamenti e servizi Ubisoft+. L’ultima novità, come detto in apertura, è quella di utilizzare Google Stadia sia da Google Tv che attraverso la Chromecast Ultra anche con un pad che non sia quello ufficiale della stessa console di Big G, come ad esempio il DualShock 4 di Playstation, oppure il controller della Xbox, o anche uno smartphone che può di fatto diventare un controller virtuale.

POTREBBE INTERESSARTI Stadia annuncia 100 nuovi giochi per il 2021, i titoli principali

Per effettuare il “pairing” fra joypad e console è tutto molto semplice, e la risposta dei comandi risulta essere precisa così come quella fornita dal pad di casa di Stadia. Ovviamente non è consigliabile l’utilizzo dello smartphone per giocare a tutti i videogame se non ad esempio alcune eccezioni come Disco Elysium o un gestionale, come ricorda Everyeye, mentre se si prendono in considerazione altri giochi come ad esempio Destiny, risulta decisamente più complicato. “È proprio questo il fulcro della questione – conclude Everyeye nella sua disamina sulla console di casa Google – la portata delle modifiche, delle migliorie o delle politiche commerciali (come ad esempio la diminuzione della commissione dal 30 al 15% per gli sviluppatori che fatturano fino a tre milioni di dollari) che Google sta mano a mano portando avanti con Stadia non ha un impatto dirompente sulla piattaforma, ma sono quantomeno costanti e contribuiscono a rendere il sistema ogni giorno un po’ più interessante e funzionale, dando quantomeno l’impressione che un po’ ancora ci si creda”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here