Airbus Zephyr S, il drone a energia solare che rimane in volo per giorni

0
358

Chiamarlo drone a energia solare, dopo le sue mirabolanti prestazioni da Guiness dei Primati, appare perfino riduttivo. Già, trentasei giorni attraverso due voli, dimostrando performance record da parte di Airbus Zephyr, l’unico HAPS in grado di funzionare a lungo nella stratosfera.

Airbus Zephyr S, lo spettacolare drone a energia solare, con un’apertura alare da 25 metri (Airbus)
Airbus Zephyr S, lo spettacolare drone a energia solare, con un’apertura alare da 25 metri (Airbus)

La nuova tipologia di drone che sfrutta l’energia solare per ricaricare le proprie batterie ha spinto a tutti gli effetti questo aereo elettrico a stabilire un nuovo record mondiale (per questa classe di UAS) di altitudine assoluta: 76.100 piedi. Con tanto di approvazioni di volo FAA garantite ed esercitate che operano all’interno del National Airspace System (NAS) degli Stati Uniti.

Airbus Zephyr S può rendere operativa la stratosfera, raggiungendo circa 2.435 ore di volo totali, dimostrando una precisa manovrabilità e il mantenimento della stazione su punti a terra, ma anche una capacità più unica che rara: il successo del volo con più integrazioni di payload, trasmettendo in streaming i dati di osservazione della Terra.

Apertura da 25 metri, peso di poco inferiore ai 75 kg: non chiamatelo più drone a energia solare

Airbus Zephyr S, 2.435 ore totali in volo (Airbus)
Airbus Zephyr S, 2.435 ore totali in volo (Airbus)

I due voli estivi hanno permesso all’Airbus Zephyr S di superare a pieni voti una campagna di prova negli Stati Uniti, la più ambiziosa di sempre, terminata lo scorso 13 settembre in Arizona. Una campagna di volo che aveva un obiettivo dichiarato: dimostrare come Zephyr potesse essere utilizzato per operazioni future, volando al di fuori dello spazio aereo limitato e su uno spazio aereo condiviso con il traffico aereo commerciale.

L’apertura alare di questa unità di Airbus Zephyr S è pari a 25 metri, mentre il peso è inferiore ai 75 kg. Può ospitare diverse tipologie di carico utile in base alle necessità ed è dotato di un sistema ottico avanzato di osservazione della terra per il carico utile di Zephyr (OPAZ), Zephyr ha dimostrato il suo valore operativo fornendo una consapevolezza situazionale istantanea, persistente e migliorata.

LEGGI ANCHE >>> WhatsApp: con questo trucco potrai sapere chi ti ha eliminato dai suoi contatti senza fare figuracce

“Lavorando con Airbus e il team Zephyr durante la campagna di volo estive, sono stati compiuti progressi significativi nel dimostrare l’HAPS come capacità”. James Gavin gonfia il petto, applaudendo le gesta di quell’aereo elettrico, a tutti gli effetti. “Le attività di quest’estate – assicura il Future Capability Group Head presso Defense Equipment & Support, il braccio di approvvigionamento del Ministero della Difesa del Regno Unito – rappresentano un passo importante verso l’operatività della stratosfera”.

LEGGI ANCHE >>> Esplorare Marte a piedi: ecco il nuovo addestramento per le missioni umane extraveicolari sul Pianeta Rosso

Sulla stessa lunghezza d’onda Rob Anderton-Brown, Major General nonché Direttore Capability e MDI Change Program presso lo Strategic Command. “Gli investimenti nella difesa in tecnologie all’avanguardia sono fondamentali per lo sviluppo di capacità militari leader a livello mondiale – rimarca – Zephyr è un importante programma all’interno del Comando Strategico del Regno Unito e il recente volo di successo lo ha ampiamente dimostrato. Una pietra miliare significativa, che sta capace di sviluppare nuovi concetti e modi per consentire innovatici per le operazioni militari, in particolare nel contesto dell’integrazione multidominio”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here