Nothing, presenterà il 23 Marzo la roadmap 2022: tante le novità

0
231

Continua la scalata alle vette del mercato da parte di Nothing; l’azienda, dopo aver lanciato con molto successo i suoi auricolari, punta ora al mercato degli smartphone, nonostante la concorrenza agguerrita ed una congiuntura economica e sociale sfavorevole.

device
Il primo prodotto di successo di Nothing sono stati gli auricolari Ear1 – ComputerMagazine.it

Dopo aver co-fondato OnePlus più di 7 anni fa, Pei ha lasciato l’azienda di smartphone nel 2020 per avviare un’attività in proprio. Finora l’azienda, Nothing, ha lanciato un prodotto: gli auricolari trasparenti Ear. Ma sembra che Pei si stia preparando per tornare nel settore in cui si è fatto un nome.

L’imprenditore ha mostrato un prototipo di un dispositivo smartphone durante un incontro con diversi dirigenti chiave del settore al Mobile World Congress di Barcellona questa settimana, secondo fonti vicine all’azienda.

I dettagli sul dispositivo in arrivo sono scarsi, ma le fonti notano che il prodotto condividerà un elementi trasparenti ed un design simile al primo prodotto di Nothing. Rilasciati nel 2021, gli auricolari hanno venduto 400.000 unità a fine gennaio, secondo la startup hardware con sede a Londra.

In qualità di co-fondatore e forza trainante di OnePlus, Pei ha sicuramente conoscenze del settore. Il primo dispositivo dell’azienda infatti è entrato in una fascia apparentemente satura nel 2014 ma anche così, è riuscita a sfondare nel mercato statunitense con la sua qualità costruttiva di punta e i prezzi di fascia media.

Nel 2021, OnePlus unirà il suo team hardware con il suo principale azionista Oppo. Oppo, a sua volta, è di proprietà di BBK, che è anche in ritardo rispetto ad altri grandi marchi.

Una sfida difficile per Nothing

smartphone
Il lancio pervisto di uno Smartphone a marchio Nothing dovrà scontrarsi con un mercato difficile – ComputerMagazine.it

L’incontro si è svolto in un’edizione del MWC senza grosse novità. Il settore è da anni in calo, e le abitudini di acquisto dovute alla pandemia e il conseguente rallentamento della catena di approvvigionamento e la carenza di chip hanno peggiorato la situazione. La società tuttavia ha raccolto oltre 70 milioni di dollari di finanziamenti da numerosi investitori di alto profilo.

È anche riuscita a costruire il suo seguito con una campagna di marketing che comprende chiaramente l’interesse di Pei per il mercato delle sneaker. Ma mentre la società è stata in grado di suscitare interesse per gli auricolari wireless da 99 dollari, farlo nel mondo degli smartphone sarà diverso.

Aziende importanti di lunga data come LG sono caduti negli ultimi anni e anche le grandi aziende come Google hanno riscontrato che il settore rappresenta una sfida formidabile. Aziende come Apple, Samsung e Xiaomi attualmente dominano le vendite globali.

La strada dunque è tutta in salita per Nothing nel cimentarsi in un mercato difficile, mutevole, presidiato da colossi con un ottimo posizionamento; il tutto in un periodo molto insidioso a causa dei postumi delle restrizioni e della situazione bellica in Europa.

Vedremo se Nothing saprà cavalcare le onde della situazione o se il suo tentativo andrà ad infrangersi contro la realtà di una situazione ostile alla creazione di nuovi marchi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here