iPhone in affitto: l’idea di Apple conviene agli utenti, ecco perché

0
602

Un’idea tanto semplice quanto rivoluzionaria: dare la possibilità agli utenti Apple di “affittare” un iPhone senza possederlo mai. Ecco perché, secondo Mark Gurman, questa soluzione rivoluzionerà il mercato di Cupertino e soprattutto converrà per le tasche degli utenti. 

iPhone 13 Verde Alpino - 050422 www.computermagazine.it
iPhone 13 Verde Alpino – 050422 www.computermagazine.it

L’iPhone in leasing è un’ipotesi che si fa sempre più reale. Secondo il noto insider Mark Gurman, la mela sarebbe realmente pronta a proporre una soluzione che permetterebbe agli utenti finali di affittare iPhone senza la necessità di acquistarlo veramente. In questo modo si avrebbe così l’ultimo modello di smartphone della mela uscito sul mercato, con una “piccola” rata mensile perpetua.

Non è la prima volta che se ne parla, già qualche settimana fa il rumor rimbalzò sui siti più illustri, ma oggi le parole di Gurman confermano quella che potrebbe essere ben più di una mera ipotesi nel futuro di Cupertino. In questo modo, spiega Gurman, Apple riuscirà a generare un maggiore traffico di denaro, aumentando così i suoi già stratosferici guadagni. Di fatto gli utenti che cambiano iPhone ogni anno non sono di certo la maggioranza. Una piccola schiera di appassionati che cambia dispositivo ogni anno c’è, ma così facendo Apple si assicurerebbe una percentuale ben maggiore rispetto all’attuale, disposta a cambiare dispositivo e quindi a pagare.

+40% nei guadagni per Apple con la formula del leasing

iPhone SE di terza generazione - 050422 www.computermagazine.it
iPhone SE di terza generazione – 050422 www.computermagazine.it

La media è tre anni, ben più bassa rispetto a qualche anno fa, ma ancora troppo alta per le tasche di Apple. La mela guadagna poco più di 800$ dalla vendita di un iPhone: così facendo verrebbero non solo aumentati gli introiti, ma anche rivenduti gli iPhone “acquistati” in leasing, generando a loro volta un’ulteriore entrata nelle tasche di Apple. Una strategia che a lungo andare dovrebbe far guadagnare di più all’azienda nei tre anni che separano l’acquisto di un dispositivo X a Y. Conti alla mano, questo è quello che Gurman ha scoperto, ipotizzando cifre di affitto verosimili:

  • iPhone 13 a 35$/mese = 1.260$ in tre anni (invece di 799$)
  • iPhone 13 Pro a 45$/mese = 1.620$ in tre anni (invece di 999$)
  • iPhone 13 Pro Max a 50$/mese = 1.800$ in tre anni (invece di 1.099$)

È facile capire come la modalità di acquisto in leasing sia ben più conveniente per il colosso di Cupertino, che vedrebbe un aumento del 40% nei guadagni da iPhone. La differenza principale con l’attuale iPhone Upgrade Program sta tutta nella modalità di acquisto – che prevede il fine di possedere l’oggetto a differenza dell’affitto che, effettivamente, non vi farà risultare mai come possessori del dispositivo. Un puro leasing come avviene già con altri beni di prima necessità. Intanto, se foste alla ricerca di un nuovo iPhone, vi segnaliamo l’offerta su iPhone 13 Pro, disponibile a questo link ad un prezzo vantaggioso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here