Disturbi e interferenze sul tuo TV: ecco come risolvere questo comune problema

0
502

In questo delicato e importante periodo storico, in piena rivoluzione da digitale terrestre – a tal proposito dal Primo Maggio anche le ultime regioni d’Italia effettueranno il refarming, ossia la ri-sintonizzazione, in modo da uniformare tutto il Paese – può capitare di confondere un problema semplice di codifica, da disturbi e interferenze sulla TV di un utente.

Digitale Satellitare 20220428 tech
Digitale Satellitare – Adobe Stock

Non ci si può sbagliare, i segnali di un disturbo o un’interferenza che nasconde un problema molto più grande del passaggio al famigerato DVB-T2, che dovrebbe entrare nelle case degli italiani a partire dal nuovo anno, sono inequivocabili.
Immagini sfocate, a scatti, effetti mosaico, il tutto confermato dall’avviso di segnale debole o assente. Il passaggio al decoder digitale di seconda generazione non c’entra nulla. E’ un problema solo ed esclusivamente di disturbi e interferenze.

Tre fattori e tutte le soluzioni possibili

Digitale Terrestre 20220428 cmag2
Digitale Terrestre – Adobe Stock

Le cause possono essere di tre fattori. Il primo è indipendente dalla nostra volontà, ma dalla natura propria meteorologica: calma, quindi, niente panico o spese inutili, forti venti o piogge torrenziali potrebbero aver spostato l’antenna quel tanto che basta per creare un disturbo o un’interferenza.

Il secondo è consequenziale al primo. Ossia, il mal posizionamento dell’antenna. E’ possibile verificare la correttezza dell’antenna direttamente attraverso un portale, OTG TV, che a seconda della propria posizione include una lista dei ripetitori presenti nelle vicinanze. Selezionando regione e provincia, si arriverà di fatto a casa vostra, al nome dell’operatore migliore e ai canali che permette di agganciare. Il più è fatto: l’info sulla posizione precisa, latitudine e longitudine, farà il resto, previo inserimento delle coordinate su Google Maps, nell’apposito campo di ricerca. In tutti i modi sempre meglio rinforzare adeguatamente i supporti, onde evitare lo spostamento.

LEGGI ANCHE >>> Digitale Terrestre, ecco cosa fare quando non si vedono più i canali e altri problemi comuni

La terza causa di disturbi o interferenza è la più problematica da risolvere, perché potrebbe essere legata alla LTE (Long Term Evolution), uno standard di connessione che permette l’accesso a internet a banda larga, anche su reti mobili. Le tecnologie LTE sono classificate come reti 4G, anche se propriamente si collocano a metà strada tra la terza e la quarta generazione dei sistemi di connettività mobile. In casi come questi non esiste una soluzione, ma l’unica è rappresentata dall’attesa. Nella documentazione dei decoder potrebbero essere presenti indicazioni su come utilizzare i decoder in caso di interferenze.

LEGGI ANCHE >>> Vuoi cambiare gestore telefonico? Tieni a mente queste cose per evitare brutte sorprese

Questi sono i fattori principali di disturbo o interferenza. Per il nuovo decoder, è tutto molto più semplice. Se avete una smart tv/decoder dal 2018 in poi, la rivoluzione del digitale terrestre passerà al massimo per la ri-sintonizzazione dei canali. Viceversa acquistare il dispositivo ora è cosa buona giusto: con il bonus statale si risparmia. Tanto le tv/decoder hanno sempre una vita a tempo determinato. Andare sul nuovo, ora con tantissime promo, è meglio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here