Addio alle fatiche domestiche, ora ci pensa Dyson con i suoi nuovi robot

0
397

La società di Dyson sta pensando a diversi modi interessanti per poter progettare e programmare dei robot che possano essere in grado di sorprenderci come non mai. Ma quali sono i prodotti che avrebbe in cantiere, e quando dovrebbero essere pronti?

Addio alle fatiche domestiche, ora ci pensa Dyson con i suoi nuovi robot
Chiunque dovrebbe avere questi fantastici prodotti per la casa – Computermagazine.it

Dyson, compagnia che tutti noi conosciamo sicuramente, è attualmente al lavoro per semplificare la vita di chi deve affrontare i tanto odiati, ma allo stesso tempo importanti, lavori domestici. Dopo aver reso molto popolari i suoi aspirapolvere, ora sta pensando di lanciare sul mercato dei robot che saranno in grado di svolgere determinate attività domestiche in piena autonomia, quindi senza l’intervento di un essere umano che li guidi.

Ovviamente ci vorrà tempo per vederli in commercio, ma Dyson ha già svelato alcuni prototipi e sta assumendo diversi ingegneri che li miglioreranno nell’ambito di un progetto che durerà la bellezza di cinque anni. Un esempio potrebbero essere i bracci meccanici che mettono in ordine i giocattoli sparsi per casa, altri che apparecchiano la tavola e robot che passano l’aspirapolvere sul divano; insomma, c’è veramente di tutto e di più.

I piani di Dyson

Addio alle fatiche domestiche, ora ci pensa Dyson con i suoi nuovi robot
Dyson produce da sempre dispositivi utili per la casa – Computermagazine.it

Dyson, continuando, ha anche annunciato il progetto durante la Conferenza Internazionale sulla robotica e sull’automazione, in corso in questi giorni a Filadelfia per chi non fosse informato al riguardo, ed è servito per dare il via ad un’apposita campagna di assunzione molto precisa e a dir poco essenziale per il raggiungimento dei suoi obiettivi.

Attualmente, Dyson può fare affidamento su 250 ingegneri della robotica con esperienza in visione artificiale, apprendimento automatico, sensori e meccatronica, ma spera di assumerne altri 700 nei prossimi 5 anni. Oltre a potenziare il personale, vorrebbe anche realizzaee quello che nelle sue intenzioni dovrebbe diventare il più grande centro di ricerca sulla robotica esistente nel Regno Unito.

Avrà luogo presso l’Hullavington Airfield, vicino al centro di progettazione dell’azienda precisamente, e si tratterà di un posto destinato interamente alla costruzione di robot per la casa. I programmi di ricerca saranno inoltre condotti in un laboratorio a Londra e presso la sede dell’azienda, la quale risiede a Singapore. Concludiamo con una dichiarazione di Jake Dyson, l’ingegnere capo dell’azienda, che ha commentato: “Questa è una grande scommessa sulla futura tecnologia robotica che guiderà la ricerca di Dyson in aree come l’ingegneria meccanica, i sistemi di visione, l’apprendimento automatico e l’accumulo di energia“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here