Macchine del caffè portatili, come e quale scegliere per l’Estate?

0
253

Dai 30 ai 150 euro, qualunque somma pur di avere a disposizione, sempre e comunque, un buon caffè. Già perché coloro che senza caffè non sanno stare, farebbero di tutto per avere con loro una macchinetta da caffè portatile, senza presa elettrica. E per la loro gioia, questo tipo di dispositivo esiste ed è di facile reperimento.

Caffè da viaggio 20220614 cmag
Caffè da viaggio – Adobe Stock

Naturalmente non si può pensare di avere un espresso come quello del bar o come quello che si può preparare con una moka che sobbollisce sui fornelli, quindi sicuramente ci sarà qualche piccola scomodità cui andare incontro con le macchinette da caffè portatili, ma almeno anche in viaggio, o in campeggio, si potrà godere di un caffè il più possibile vicino a quello che siamo abituati a prendere a casa al nostro risveglio.

Macchinette da caffè portatili, ecco come funzionano

Macchina da caffè portatile 20220614 cmag
Macchina da caffè portatile – Adobe Stock

Naturalmente, senza l’elettricità a portata di mano, bisognerà che queste macchinette vengano in qualche modo alimentate manualmente sia per quanto riguarda l’acqua calda sia per quanto riguarda la pressione da apporre all’acqua per far salire il caffè.

Che deve essere macinato molto finemente in quanto l’eventuale pressione deve essere ottenuta con una azione che non è generata da fonti di calore come un fornello, quindi manualmente o con la forza della persona, ed è naturale che il caffè più fino si possa preparare anche in condizioni meno agevoli.

Naturalmente, come detto, non sarà proprio possibile avere in viaggio un caffè proprio come quello che facciamo a casa, ma sicuramente in quanto a comodità, queste macchinette sono qualcosa di spettacolare e si possono reperire anche sugli ecommerce abituali come Amazon.

Naturalmente ci sono delle caratteristiche che differenziano le macchinette per il caffè portatili, ma ce ne sono tre che devono essere assolutamente imprescindibili.

Innanzitutto devono essere piccole e poter entrare in uno zaino o in una valigia senza occupare troppo spazio. Poi si parla di tecnica di estrazione del caffè che dà la possibilità di capire come funziona la macchinetta. Per esempio ci sono due modi in cui possono funzionare: per infusione o per filtraggio.

Infine bisogna determinare il tipo di caffè da usare: alcune macchine partono dal caffè in chicchi, altri usano caffè in polvere e altre invece si usano con cialde o capsule.

Tra i modelli più interessanti che si trova anche su Amazon e costa intorno agli 80 euro c’è la Wacaco Nespresso, che usa due camere separate per caffè e acqua bollente ed estrae il caffè con un meccanisco a pompa e va azionato 30 volte per far uscire tutto il caffè.

Poi c’è una macchina che costa circa il doppio, intorno ai 150 euro, la Wacaco Picopresso, ancora più compatta della precedente che offre un caffè molto simile all’espresso del bar, cremina compresa.

E poi c’è la Aerobie AeroPress A80 che è in grado di preparare un caffè americano molto buono. La macchina si mette sulla tazza o sul recipiente da usare, si fa cadere il caffè sul fondo, si aggiunge acqua e si preme lo stantuffo che fa ottenere un’infusione che cola nella tazza. Disponibile su Amazon a circa 35 euro.

FONTE: Wired

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here