Arriva il Bonus Retrofit, ora trasformi una vecchia auto storica in elettrica e lo Stato ti copre i costi del processo

0
294

Sapevate dell’esistenza di un nuovo bonus dedicato a tutti quelli che stanno provando a migliorare la propria automobile? Forse no, ma adesso avremo modo di poterlo usare una volta scelto; vediamo che cosa ci propone di interessante.

Arriva il Bonus Retrofit, ora trasformi una vecchia auto storica in elettrica e lo Stato ti copre i costi del processo
E’ un bene che il governo italiano si sia premurato di aiutarci in questa maniera – Computermagazine.it

Il nuovo Bonus Retrofit, questo è il suo nome, possiamo dire che sia molto utile per convertire il motore termico con uno elettrico. Le categorie che avranno accesso a questa iniziativa saranno queste: M1, M1G, M2, M2G, M3, M3G, N1 e N1G. Come avrete capito serve a finanziare la conversione dei minivan per il trasporto di persone, quindi parliamo veicoli con più di otto posti come anche di furgoni per il trasporto merci e auto.

Ma quanto vale in euro il nuovo bonus retrofit? Si parla di circa 3.500 euro, inoltre è un bene sapere che non si deve superare il 60% della spesa dato che i costi della conversione sono abbastanza alti. Aggiungiamo pure le spese relative all’imposta di bollo per l’iscrizione al Pubblico Registro Automobilistico, o anche conosciuto come PRA, e a quella provinciale di trascrizione. In che maniera si richiede?

Le persone che possono essere accedere a questo contributo sono anche le sresse che hanno provveduto a sostituire il motore termico con uno elettrico a partire dal 10 novembre 2021, data di entrata in vigore della legge n. 156 del 9 novembre 2021 che prevede la misura. Tenete pure a mente che il termine per presentare le domande scade il 31 dicembre 2022.

Non dimenticatevi nemmeno che la spesa cambia in modo considerevole a seconda del modello scelto. Con i pochi kit a disposizione, e con gruppi di acquisto inclusi, è una spesa sugli 8.000 euro per le utilitarie. Scontando i 3.500 euro del bonus si arriva sotto i 5.000 euro, e ricordandoci dell’alto prezzo delle elettriche nuove e la riduzione dell’intensità degli incentivi, il bonus può avere una sua rilevanza non indifferente.

Comunque sia questa novità è senza dubbio fra le migliori in circolazione per delle ragioni interessanti: viene motivata la possibilità di poter cambiare il tipo di motore scelto, evitando che vengano selezionati sempre gli stessi e che non ci sia una eventuale scelta alternativa. In aggiunta, e non per importanza, ci induce a ridurre il più possibile le spese da effettuare potrebbe rivelarsi essere un ottimo modo per venire incontro a tutti noi, specialmente per le persone che non vorrebbero consumare tutto il proprio badget in una volta.

🔴 Fonte: www.techprincess.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here