Cerchi casa? ecco come acquistarla… nel Metaverso

0
426

Può sempre sorprendente, per certi versi clamoroso o pazzesco, volendo anche un po’ fuori dal mondo (reale), ma l’ultimo boom immobiliare è in quel Metaverso dove Mark Zuckerberg (e non solo) ci sta spingendo ad andare: un posto virtuale dove gli avatar-acquirenti sono disposti a sborsare quanto pagherebbero nella vita reale.

metaverso 20220723 cmag
Metaverso – Adobe Stock

Ebbene sì, non si spiega altrimenti il proliferarsi di aziende che trattato la vendita di immobili digitali: se prima spiccavano solo The Sandbox, Decentraland, Cryptovoxels e Somnium (piattaforme sulle quali si trovano in commercio circa 270mila), ora siamo saliti addirittura a 32.

La casa dei sogni di Krista Kim non esisteva, quindi l’ha costruita lei stessa, ma nel metaverso. Nel 2020, rinchiusa con i suoi due figli in un condominio di Toronto durante il blocco del Covid, l’artista digitale ha iniziato a progettare la sua fuga perfetta, senza trascurare alcun dettaglio. Ha disegnato una villa-bungalow con pareti in vetro con vista sulle montagne aspre e un tranquillo giardino zen ispirato al Giappone, dove ha vissuto per tre anni a metà degli anni 2000.

Uno spazio virtuale condiviso vagamente ma sempre più compreso

Casa virtuale 20220723 cmag
Ecco come acquistare casa nel Metaverso – Adobe Stock

C’era una piscina a sfioro, una cabina armadio e una selezione molto curata di mobili traslucidi che rimbalzavano la luce. Curiosamente, il piano di Kim non prevedeva una cucina. Una scelta strana, ma Mars House, come la chiamava lei, non era fatta per tutti. “Ho immaginato di creare una casa che mi avrebbe guarito“, dice. Sperava anche di trovare un acquirente. “La domanda era: qualcun altro capirebbe cosa stavo vendendo?

A quanto pare, qualcuno l’ha fatto. Il futuristico paesaggio onirico di Kim è stato venduto per circa 512.000 dollari USA nel marzo del 2021. Questo è solo un esempio di cosa si può fare nel Metaverso, uno spazio virtuale condiviso vagamente ma sempre più compreso, accessibile tramite smartphone, occhiali o cuffie, ed è la nuova frontiera nel blitz immobiliare globale. La vendita di Mars House, un file 3-D reso utilizzando il software per videogiochi Unreal Engine, ha segnato la prima transazione residenziale basata su NFT del metaverso.

Per i singoli utenti, la proprietà del Metaverso potrebbe funzionare in modo simile a un Myspace ipermoderno, un luogo in cui “ospitare” amici, collaborare, giocare e mostrare il guardaroba completamente fornito del proprio avatar. Per i marchi e gli influencer che chiedono a gran voce sempre più sguardi di consumatori, le proprietà terriere virtuali offrono un mondo completamente nuovo di modi per raggiungerli.

Secondo i dati della società di analisi MetaMetric Solutions, le vendite immobiliari nel Metaverso dovrebbero raggiungere il miliardo di dollari quest’anno, in gran parte a causa di un recente diluvio di operazioni commerciali che hanno appeso le loro tegole virtuali. Gucci, Samsung, Atari, Nike, PwC e altri marchi prestigiosi hanno già acquistato appezzamenti di terreno del Metaverso per lo sviluppo; Warner Music Group ha annunciato l’intenzione di costruire un palco per concerti; e lo scorso dicembre, uno dei fan più accaniti di Snoop Dogg ha perso 450 mila dollari per una trama vicino alla villa del rapper in The Sandbox, una popolare piattaforma di gioco.

Nel giugno del 2021, la Mars House di Krista Kim è stata affittata per un matrimonio, che a sua volta fa parte di un settore in crescita. Diverse coppie si sono recentemente sposate nelle cappelle del Metaverso. Purtroppo o per fortuna, è tutto vero.

FONTE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here