La pelle elettronica sarà il futuro per Meta: Samsung già al lavoro sul progetto

0
253

Una pelle elettronica per percepire a livello tattile nel metaverso: é l’ambizioso progetto della e-skin di Samsung, che punta a simulare artificialmente nella realtà virtuale i circuiti nervosi della pelle umana per trasmettere al cervello le stesse sensazioni corporee che proviamo nella realtà fisica. Scopriamo tutti i dettagli.

E-Skin ComputerMagazine.it 3 Ottobre 2022
Fonte: Samsung Newsroom, YouTube Channel – ComputerMagazine.it

Avete presente la sensazione di camminare a piedi nudi sulla spiaggia? Oppure di accarezzare il viso della vostra amata o del vostro amato? O, ancora, di tenere tra le mani una tazza di the caldo? Ebbene, prepariamoci a viverle anche nel metaverso: perché la e-skin, una pelle elettronica per la stimolazione delle sensazioni tattili, é in questo momento in fase di sviluppo.

Se ne sta occupando il colosso sudcoreano Samsung, attualmente al lavoro per creare una tecnologia che consenta di far percepire, nella dimensione della realtà virtuale, sensazioni relative alla temperatura, alla stimolazione epidermica (come forza e pressione) ed al dolore, così come le percepiamo nella realtà fisica.

Sarà come “percepire simultaneamente più sensi proprio come [é in grado di fare, ndr] la pelle umana”, ha dichiarato l’azienda, attraverso un sistema artificiale “molto complesso, che trasmette le sensazioni al cervello attraverso i nervi”.

Medicina, dermatologia, metaverso: gli ambiti di applicazione della e-skin

Samsung E-Skin ComputerMagazine.it 3 Ottobre 2022
Fonte: Samsung Newsroom, YouTube Channel – ComputerMagazine.it

Stando all’attuale stadio di sviluppo, i risultati ottenuti in fase sperimentale appaiono particolarmente promettenti. Le ipotesi riguardo alle possibilità applicative della tecnologia spaziano dal metaverso al campo medico, con particolari aspettative nei confronti della branca della dermatologia.

I ricercatori della divisione Future Technology Promotion Project di Samsung prevedono che lo sviluppo dell’e-skin, una volta giunto a conclusione, potrà alleviare in ambito dermatologico i dolori derivanti da piaghe da decupito di cui soffre, come riportato dall’azienda in riferimento alla Corea, il 40% dei pazienti ospedalizzati.

E gli studi procedono su più fronti, come in California ed a Tokio dove la tecnologia della pelle elettronica viene al momento sviluppata e già parzialmente applicata per rilevare e misurare i parametri vitali dei pazienti.

 

🔴 FONTE: www.hdblog.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here