Forza di gravità, è una batteria di accumulo naturale: come sfruttarla?

0
322

La forza di gravità non è soltanto parte integrante della fisica per come la conosciamo, ma è anche un ottimo modo per alimentare le batterie. Ma in che maniera potrebbe essere possibile?

Forza di gravità, è una batteria di accumulo naturale: come sfruttarla?
Questi macchinari saranno indispensabili in futuro – Computermagazine.it

Un modo diverso di ricavare energia

A causa del continuo consumo di risorse, che anno dopo anno si intensificano sempre di più, gli sprechi e il fabbisogno energetico aumentano in proporzione al numero di persone che popolano la Terra. In questo caso si tratta di 8 miliardi di individui, nonché un numero in crescita e che non accenna a fermarsi.

Si cerca da sempre di trovare fonti di approvvigionamento verdi e affidabili, in grado di fornire continuità energetica alla rete. E nonostante il campo solare, insieme a quello eolico, non si siano dimostrati eccezionali, d’altra parte la geotermia e la gravità hanno portato a dei risultati più che soddisfacenti.

Energy Vault, ovvero una società che si occupa del settore in questione, sta perfezionando dei sistemi di sfruttamento della gravità a fini energetici per svilupparne uno altamente sofisticato. Sarà automatizzato con l’impilamento e il disimpilamento di blocchi a gravità da 35 tonnellate, precisamente in uno spazio aperto con una gru a sei bracci alta 70 metri.

Altre aziende eseguono lo stesso processo, ma con tattiche differenti

Forza di gravità, è una batteria di accumulo naturale: come sfruttarla?
Molte società si stanno preparando già da ora a costruirli – Computermagazine.it

La loro strategia potrebbe essere la migliore mai vista sino ad ora perché è più sostenibile rispetto ad altri sistemi di accumulo, i quali sono basati su dighe, su grandi batteria o su altri materiali, come nel caso dell’accumulo termico dell’Enel. Energy Vault non è l’unica a voler prendere seriamente questa idea: anche Gravitricity ci ha pensato.

In tal senso si occupano di impilare pesi da 500 a 5.000 tonnellate in un pozzo minerario, mentre altre compagnie ancora adottano ulteriori strategie di impilamento individuali che utilizzano l’idraulica dell’acqua. La ricerca in sistemi di accumulo sicuri e performanti è quasi più importante di quella dedicata allo sfruttamento delle fonti rinnovabili ormai.

Questo studio diventa sempre più importante dato che almeno il 13% della popolazione di tutto il mondo vive in condizioni di povertà energetica. Vale a dire che quasi 1 miliardo di persone non possono usufruire dell’elettricità. Il dato che abbiamo riportato pare essere in forte crescita a causa delle condizioni climatiche avverse e delle guerre, proprio come quella avvenuta a marzo tra l’Ucraina e la Russia.

🔴 Fonte: www.hwupgrade.it